Quarti di Champions, la situazione dopo le partite di andata

0
366

Martedì e mercoledì scorsi sono andate in scena le quattro partite di andata dei quarti di finale di Champions League con tre squadre inglesi, tre spagnole, una tedesca e una portoghese ancora a contendersi il successo finale.

I primi 90 minuti hanno sorriso a Real Madrid e Liverpool, che si sono imposte rispettivamente in casa del Chelsea e del Benfica, e a Villareal e Manchester City, che hanno avuto la meglio ospitando Bayern Monaco e Atlético Madrid.

Grazie anche al singolo gol di scarto, rimediato nel ko in Spagna, la squadra tedesca non viene data ancora per sconfitta dai migliori siti di scommesse, che valutano come sicuro il ribaltamento del risultato da parte dei giocatori allenati da Julian Nagelsmann. Il Bayern Monaco sarà dunque costretto a conquistare il successo per non terminare la propria stagione europea a tre partite dalla fine come nel 2021.

Le quote sulla Champions League parlano a favore anche del Liverpool che, a differenza della compagine bavarese, potrà contare sul 3-1 rifilato martedì sera ai danni del Benfica. Le possibilità che la squadra di Lisbona possa riscrivere l’andamento di questo quarto di finale sembrano quindi molto basse.

Nel caso in cui i ragazzi allenati da Nélson Verissimo dovessero strappare il passaggio di turno in Inghilterra, si tratterebbe comunque di un nuovo traguardo importante per il club portoghese. Dopo la quinta qualificazione storica ai quarti – le precedenti risalgono al 1995, 2006, 2012 e 2016 -, la società lusitana potrebbe infatti ottenere il primo accesso alle semifinali.

Meno semplice – stando alle quote e alla forza del Chelsea -, ma comunque ugualmente favorita per l’approdo in semifinale, sarà la strada del Real Madrid. La squadra di Carlo Ancelotti, infatti, si ritroverà a disputare il match di ritorno al Santiago Bernabeu, con il favore del 3-1 di partenza. Questo è infatti il risultato con il quale l’attuale leader della Liga Spagnola ha espugnato Stanford Bridge mercoledì sera.

Se a passare il turno fossero i madrileni, si tratterebbe dell’ottavo accesso alle semifinali negli ultimi dieci anni. Di questi ben quattro hanno portato alla conquista del “Trofeo dalle grandi orecchie”, il primo dei quali proprio con il tecnico reggiano che regalò la “Decima” agli iberici.

Dall’altra parte, invece, ci sono i campioni in carica della Champions che, nell’ultima occasione in cui sono partiti con due gol di scarto da rimontare, hanno chiuso anticipatamente la corsa al titolo. È storia del 2014, sempre contro una squadra di Madrid: in quel caso fu l’Atlético ad avere la meglio grazie al 3-1 in trasferta nella partita d’andata e al pareggio a reti bianche in quella di ritorno.

Come per Liverpool e Real Madrid, anche il Manchester City viene dato favorito per il passaggio del turno. La squadra inglese partirà dall’1-0 firmato in casa e si troverà quindi a difendere questo risultato davanti al pubblico dell’Atlético Madrid.

I britannici hanno ottenuto il pass per i quarti di finale in ognuna delle ultime cinque edizioni della Champions League. Tra queste, solo la passata stagione ha visto il superamento di questo scoglio, con la squadra allenata da Pep Guardiola che è riuscita ad arrivare in finale, perdendola poi contro i connazionali del Chelsea. Per il City sarà dunque una lotta verso la conquista della terza semifinale nella storia.

Per l’Atletico la questione è un po’ differente. La squadra spagnola non va oltre i quarti dal 2017, anno in cui è stata poi fermata dai concittadini del Real in semifinale. Quella dei giocatori di Diego Simeone sarà dunque una sfida per tornare tra i quattro migliori, ma anche per non rischiare di essere l’unica spagnola ad essere eliminata in questa fase.