QUARTETTO TAAG in viaggio con Beethoven, Debussy e Stravinskij.

Rivoli istituto musicale quartetto

0
636

All’Istituto Musicale “Giorgio Balmas” di Rivoli secondo appuntamento del ciclo “7 Quartetti per 4 Archi”.

Proseguono con grande successo i concerti settimanali presso l’Auditorium dell’ Istituto Musicale Città di Rivoli “Giorgio Balmas”, dove sabato 16 dicembre alle ore 21,00 sarà ospite il giovane quartetto TAAG, acronimo dei nomi dei suoi componenti: TIZIANA LAFUENTI, violino; ALESSANDRA DEUT, violino; ALESSANDRO CURTONI, viola; GIULIO SANNA, violoncello.

Il quartetto TAAG, nato a Torino nel 2011, vanta un curriculum di alto livello per la qualità delle manifestazioni a cui ha partecipato e per i premi e riconoscimenti ottenuti. Tra questi si possono ricordare il primo premio al Concorso Pugnani del 2012; il premio speciale “Piero Farulli” e il premio della giuria per il premio “Crescendo” 2015 e il premio SVIREL nel 2016. Nel 2012 e nel 2013 il quartetto è stato ospite al Festival MiTo di Torino; nel 2015 ha suonato in streaming per AGIMUS presso l’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma; nel 2015 e nel 2016 ha partecipato all’edizione fiesolana dell’ECMA, European Chamber Music Academy, tra le più prestigiose istituzioni di formazione cameristica in Europa. L’ensemble, la cui crescita artistica è strettamente legata al Quartetto di Cremona e ad Antonello Farulli, attualmente frequenta il corso di perfezionamento annuale dell’Accademia Europea del Quartetto presso la Scuola di Musica di Fiesole con Miguel Da Silva e Andrea Nannoni.

Tema conduttore del concerto della serata, scelto dal quartetto TAAG, è la tradizione popolare affiancata al quartetto Op.18/4 di L. van Beethoven dove, come spiegano Tiziana, Alessandro, Alessandra e Giulio, “si avvertono inconfondibili cellule ritmiche e spostamenti di accenti tipici del folklore gitano e ungherese” i Trois pièces pour quatuor a cordes di Igor Stravinskij e Quatuor à cordes Op. 10 di Claude Debussy.

Se nel Quatuor di Stravinskij il forte richiamo all’anima tribale e liturgica è evidente fin dalle prime battute – affermano i TAAG – con il Debussy dell’Op. 10 si ricostruisce la storia degli elementi russi mutuati da Borodin, dalle orchestrine zigane, dalle immagini fiabesche che riecheggiano il misterioso gamelan giavanese.”

Per gentile concessione della Scuola di Musica di Fiesole, il quartetto suonerà con strumenti realizzati dal noto liutaio Arnaldo Morano e con la viola appartenuta a Piero Farulli, celebre violinista, molto attivo come quartettista, e realizzata nel 1939 dall’abile liutaio Nicolò Igino Sderci.

PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL CICLO “7 Quartetti per 4 Archi”:

– Sabato 3 marzo 2018, “Quartetto Adorno”, ore 21 , Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea.

– Sabato 5 maggio 2018, “Faust Quartett” e Dimitri Ashkenazy al clarinetto, ore 21, Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea.

INFO: AUDITORIUM Istituto Musicale Città di Rivoli “Giorgio Balmas”, via Capello n. 3 – RIVOLI – (TO)- TEL. 011/ 9564408 [email protected]

www.istitutomusicalerivoli.it/rivolimusica.

Sabato 16 dicembre 2017 ORE 21,00 – ingresso gratuito-

Commenti