Dopo un venerdì dedicato alle prove libere e un sabato mattina carico di colpi di scena, la Formula 1 è tornata in pista nel pomeriggio, sul circuito di Spielberg in Austria, per la sessione di qualifiche in vista della gara di domenica. Tanta attesa, voglia di riscatto e di conferme, per i piloti impegnati in questo nono appuntamento annuale.
Dopo i problemi alla Red Bull di Max Verstappen e alla Sauber-Alfa Romeo di Charles Leclerc in FP3, le qualifiche di questo pomeriggio sono iniziate con un clima di tensione, risolto però nel migliore dei modi per l’olandese, che sulla sua Red Bull aveva solo un problema al sensore, risolto facilmente. Un po’ meno fortunato è stato invece il monegasco che è stato costretto alla sostituzione del cambio sulla sua Sauber, azione che lo costringerà a cinque posizioni di penalità in griglia nel Gp di domani.
Le qualifiche austriache sono state, come succede spesso, un evento da vivere intensamente fino all’ultimo secondo grazie a un’ultima fase, la Q3, che ha rivelato tante sorprese. La pole position è andata a Valtteri Bottas, che con la sua W09 ha fatto registrare il record della pista di Spielberg , fermando il cronometro a 1.03.130. Accanto a lui, a completare la prima fila, domani scatterà il suo compagno di squadra Lewis Hamilton, attualmente leader del mondiale. Seconda fila tutta Ferrari con Vettel al terzo posto, a tre decimi dal finlandese, e Raikkonen al quarto. Resta un po’ anonima la prestazione delle Red Bull, con Verstappen quinto e Ricciardo settimo.
Primi degli “altri” da tutto il weekend, i piloti Haas, hanno fatto sognare i loro sostenitori: dopo il primo tentativo della Q3 Grosjean è salito addirittura in terza posizione, scendendo poi in sesta ma facendo comunque sfigurare il suo compagno, Magnussen, che ha chiuso in ottava, alle spalle di Ricciardo. A completare la top ten arrivano le due Renault, con Sainz davanti a Hulkemberg.
Se l’ultima parte della sessione ha rivelato la griglia di partenza del Gp dei primi dieci piloti, le altre due sessioni sono state fondamentali per tutti gli altri: Q1 quindi tranquilla per i top team ma molto movimentata nelle retrovie. A uscire nella prima fase sono stati cinque piloti di cinque scuderie diverse: Vandoorne su McLaren, Perez su Force India, Sirotkin su Williams, Hartley su Toro Rosso e Ericcson su Sauber-Alfa Romeo. Grande protagonista della prima fase, dopo un inizio di mondiale da dimenticare, è stato Grosjean: quarto tempo per lui, davanti a Verstappen e Vettel. Bene anche Stroll, che con una Williams decisamente non competitiva riesce comunque a passare in Q2.
La seconda sessione ha invece visto uscire di scena altri cinque piloti: Ocon su Force India, Gasly su Toro Rosso, Alonso su McLaren, Leclerc su Sauber-Alfa Romeo (che nonostante il tredicesimo tempo domani scatterà diciottesimo per la sostituzione del cambio) e Stroll su Williams. La Q2 ha visto in difficoltà anche l’australiano Daniel Ricciardo, che con gomma supersoft non è riuscito ad andare oltre la nona posizione ed è quindi stato costretto a tornare ai box per montare la stessa mescola ma con un treno di Rosse nuove, non andando comunque sopra l’ottavo posto. Il ragazzone più simpatico dei paddock non si è completamente ripreso in Q3, con gomme ultrasoft, andando a prendersi la settima piazzola di partenza, alle spalle del compagno di squadra e del pilota francese Grosjean.
Completata anche questa sessione di qualifiche non resta anche aspettare la gara di domenica, in onda in diretta Sky a partire dalle 15.10 e in differita su TV8 dalle 21.

RISULTATI QUALIFICHE GP AUSTRIA 2018:
1. fila
Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’03″130 – Q3
Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’03″149 – Q3
2. fila
Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’03″464 – Q3
Kimi Raikkonen (Ferrari) – 1’03″660 – Q3
3. fila
Max Verstappen (Red Bull-Renault) – 1’03″840 – Q3
Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’03″892 – Q3
4. fila
Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) – 1’03″996 – Q3
Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’04″051 – Q3
5. fila
Carlos Sainz (Renault) – 1’04″725 – Q3
Nico Hulkenberg (Renault) – 1’05″019 – Q3
6. fila
Esteban Ocon (Force India-Mercedes) – 1’04″845 – Q2
Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 1’04″874 – Q2
7. fila
Fernando Alonso (McLaren-Renault) – 1’05″058 – Q2
Lance Stroll (Williams-Mercedes) – 1’05″285 – Q2
8. fila
Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) – 1’05″271 – Q1
Sergio Perez (Force India-Mercedes) – 1’05″279 – Q1
9. fila
Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) – 1’05″322 – Q1
Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) – 1’04″979 – Q2 (cinque posizioni di penalità)
10. fila
Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) – 1’05″366 – Q1
Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) – 1’05″479 – Q1

ORARI DIRETTE E DIFFERITE GP DI AUSTRIA 2018:

venerdì 29 giugno 2018:
ORE 9.35 – prove libere GP3 – diretta Sky Sport
ORE 11 – prima sessione prove libere Formula 1 (FP1) – diretta Sky Sport
ORE 13 – prove libere Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 15 – seconda sessione di prove libere Formula 1 (FP2) – diretta Sky Sport
ORE 16.55 – qualifiche Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 17.45 – qualifiche GP3 – diretta Sky Sport

sabato 30 giugno 2018:
ORE 10.15 – gara 1 GP3 – diretta Sky Sport
ORE 12 – terza sessione di prove libere Formula 1 (FP3) – diretta Sky Sport
ORE 15 – qualifiche Formula 1 – diretta Sky Sport
ORE 16.45 – gara 1 Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 19:45 – qualifiche di Formula 1 – differita TV8

domenica 1 luglio 2018:
ORE 10 – gara 2 GP3 – diretta Sky Sport
ORE 11.10 – gara 2 Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 15:10 – Gran Premio Formula 1 – diretta Sky Sport
ORE 21 – Gran Premio Formula 1 – differita TV8

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here