Quale tipologia di divano scegliere?

0
80

Il divano per essere considerato il migliore deve essenzialmente esprimere il perfetto connubio tra praticità, comodità e design per cui la scelta deve essere ben ponderata. Sul mercato i modelli disponibili sono tantissimi; infatti, si va da quello da due posti in su, nonché a prodotti di diverse forme e dimensioni noti comunemente con l’appellativo di isola e penisola. In riferimento a quanto sin qui premesso, vediamo nel dettaglio quali considerazioni bisogna fare prima di procedere all’acquisto di un divano.

Le caratteristiche di base di un divano

Lo stile del divano viene prima di tutto; infatti, deve essere il più possibile consone a quello impostato in casa e quindi adattarsi al design di mobili, suppellettili vari e persino tappeti. Anche il colore svolge tuttavia un ruolo determinante poiché se si intende arredare uno spazio abitativo con un aspetto calmo e silenzioso, un divano con una tappezzeria di tonalità neutra è sicuramente un‘ottima scelta. Viceversa per contesti di arredo contemporanei si può optare per qualcosa di più divertente ed eccitante, ossia per tonalità accese e finiture altrettanto vivaci come ad esempio cuscini multicolori.

Optare per un divano funzionale

Scegliere un divano significa non solo valutarne l’aspetto estetico, bensì analizzarlo anche per un altro importante fattore ossia quello della funzionalità. Per fare alcuni esempi bisogna stabilire se posizionarlo in una stanza dove si guarda tutti i giorni la Tv oppure in una tavernetta o in un ambiente adibito a camera per gli ospiti. Ognuna delle situazioni di cui sopra detta tuttavia uno stile diverso di divano. Il tipo formale può ad esempio essere meno comodo, più strutturato e maggiormente eretto. I divani per guardare la TV devono invece garantire più comodità, ossia qualcosa in cui sprofondare e sdraiarsi. Imbottiture accentuate e texture resistenti sono in tal caso altri importante fattori da considerare quando si deve scegliere un divano che garantisca le suddette funzionalità.

Valutare dimensioni e forme del divano

Un’altra importante considerazione da fare nel momento in cui si deve scegliere un divano, consiste nel valutarne dimensioni e forme nonché la larghezza e la profondità ideali. Per questo motivo conviene misurare la quadratura della stanza in cui si intende posizionarlo, come ad esempio un soggiorno in modo da evitare che possa dominare lo spazio e non lasciarne altro per un tavolino da caffè. Allo stesso tempo non deve essere nemmeno troppo piccolo in quanto tale aspetto potrebbe rivelarsi inadeguato in relazione all’ampiezza della stanza. Anche le forme sono importanti all’atto della scelta di un divano; infatti, se ad esempio la parete in cui si intende posizionarlo vanta due lati diversi tra loro per larghezza, conviene optare per un modello a penisola che riesce ad ottimizzare lo spazio disponibile senza particolari ingombri e nel rispetto del design impostato nel contesto. A margine per massimizzare il risultato, bisogna anche scegliere la qualità del tessuto di rivestimento che può essere di stoffa a tinta unica, damascata o in Alcantara nonché di pelle colorata o di cuoio invecchiato.