Pyongyang annuncia la possibile ripresa dei programmi nucleari

0
302
La Corea del Nord lancia 3 missili

Pyongyang annuncia la possibile ripresa dei suoi programmi nucleari e afferma che rafforzerà le sue difese contro gli USA. Dall’inizio dell’anno la Corea del Nord ha effettuato diversi nuovi test missilistici, evidenziando che i programmi missilistici del Paese sono in evoluzione.  

Pyongyang annuncia la ripresa dei programmi nucleari?

La Corea del Nord rafforzerà le sue difese contro gli USA. A riferire la notizia è stata l’agenzia stampa statale KCNA. L’agenzia riferisce anche che, durante una riunione dell’Ufficio del Partito dei Lavoratori di Corea presieduta da Kim Jong-un, è stato preso in considerazione la possibilità di riprendere “tutte le attività temporaneamente sospese”, riferendosi ai programmi per armi nucleari e missili balistici. Alla sessione del Politburo, Kim ha promesso di prepararsi per un “confronto a lungo termine” con gli USA. Il leader nordcoreano ha affermato che “la politica ostile e la minaccia militare degli USA hanno raggiunto una linea di pericolo che non può essere più ignorata”.

KCNA ha anche riferito che il Politburo “ha riassegnato i compiti politici per la difesa nazionale di rafforzare immediatamente i mezzi fisici più potenti in grado di controllare efficacemente le mosse ostili degli USA contro la Repubblica Popolare Democratica di Corea, ogni giorno più seri”.

Convocato il Consiglio di sicurezza ONU

Le parole della Corea del Nord arrivano poche ore prima che il Consiglio di sicurezza dell’ONU convocasse una riunione a porte chiuse. La riunione è prevista per oggi e servirà per discutere dei recenti test missilistici di Pyongyang. Un portavoce del Consiglio di sicurezza della Casa Bianca ha affermato che il suo obiettivo rimane la completa denuclearizzazione della penisola coreana. “Rimaniamo pronti a impegnarci in una diplomazia seria e sostenuta senza precondizioni per compiere progressi tangibili“, ha affermato il portavoce, aggiungendo che Washington continuerà i suoi sforzi in coordinamento con la comunità internazionale per prevenire i progressi nei programmi di armi della Corea del Nord.


Leggi anche: La Corea del Nord lancia due missili guidati tattici