Putin: regioni annesse nostre per sempre

0
300
Putin: regioni annesse nostre per sempre

Il presidente russo Vladimir Putin, durante il suo discorso alla cerimonia di annessione delle regioni ucraine, ha affermato che le regioni annesse sono della Russia per sempre. Putin ha poi puntato il dito contro l’Occidente, colpevole, secondo lui, di voler rendere la Russia una colonia.

Putin: regioni ucraine annesse sono nostre per sempre

Il presidente russo Vladimir Putin ha parlato alla cerimonia di annessione delle regioni ucraine di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia. “Il popolo ha fatto la sua scelta, una scelta netta”, ha esordito Putin. “La Russia non vuole e non le serve un ritorno all’URSS, ma l’amore per la patria è un sentimento indistruttibile. Ecco perché anche i giovani nati dopo la tragedia della caduta dell’Unione Sovietica hanno votato per l’annessione. I russi che vivono al di fuori dei confini della Russia possono tornare alla loro patria storica”, ha proseguito.

Putin ha poi lanciato monito all’Occidente e all’Ucraina. “Voglio che mi sentano a Kyiv e in Occidente: le persone che vivono nel Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia diventano nostri cittadini per sempre”. Il presidente russo ha poi aggiunto che Mosca è pronta a tornare al tavolo dei negoziati. Tuttavia ha sottolineato che la scelta dell’annessione delle quattro regioni ucraino non sarà più un punto di discussione.

L’Occidente vuole renderci una colonia

Il leader del Cremlino attacca ancora l’Occidente, accusandolo di voler rendere la Russia una colonia. “L’Occidente vuole renderci una colonia, vuole defraudarci, non vuole una cooperazione. Anche la nostra cultura li spaventa, il nostro fiorire è un pericolo per loro. Sta portando avanti una guerra ibrida contro la Russia”. L’Occidente ha cercato e sta cercando una nuova occasione per indebolire e distruggere la Russia, sono ossessionati dall’esistenza di un Paese così grande. Quello dell’Occidente è un delirio, un inganno vero e proprio, con doppi e tripli standard. Con tutte queste regole false la Russia non ha intenzione di vivere”, ha detto Putin. Ha poi sottolineato che l’Occidente vuole conquistare la Russia con nuove valute e tecnologia, cercando di cancellare la cultura russa perché non tollera “che esista un paese così ricco”. Alla fine il presidente russo ha puntato il dito contro gli USA: “Sono stati il solo Paese al mondo ad aver utilizzato le armi nucleari due volte e hanno creato un precedente”, ha detto.


Leggi anche: La Russia annetterà quattro regioni dell’Ucraina domani