Putin-Lukashenko: continua la cooperazione tra i due paesi

0
259
Putin-Lukashenko

Si è tenuto un nuovo incontro Putin-Lukashenko. Il presidente russo e il suo omologo bielorusso hanno concordato di continuare la cooperazione tra i due paesi. Hanno concordato anche nuove esercitazioni militari congiunte. L’incontro è terminato con una partita ad hockey cui hanno preso parte anche Putin e Lukashenko (Putin ha segnato 7 goal, mentre Lukashenko 2).

Incontro Putin-Lukashenko: cos’è successo?

Il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato a San Pietroburgo il suo omologo bielorusso Aleksandr Lukashenko. I due leader hanno concordato di continuare la cooperazione tra Russia e Bielorussia. Putin ha accolto con favore la proposta di Lukashenko di tenere un altro ciclo di esercitazioni militari congiunte. Secondo quanto riferito, le esercitazioni dovrebbero tenersi a febbraio o marzo in Bielorussia. I due leader hanno anche concordato di continuare la cooperazione nell’industria aeronautica. “Abbiamo impianti sia civili che militari nel settore delle costruzioni aeronautiche, possiamo fare molto per la cooperazione, soprattutto perché tali progetti sono richiesti dall’industria aeronautica russa”, ha osservato il presidente bielorusso. “Assolutamente. Dopo i risultati del nostro incontro questo sarà un altro ordine ai governi“, ha risposto Putin.

La Russia conduce regolarmente esercitazioni militari con la Bielorussia, l’ultima su larga scala è stata a settembre, che ha coinvolto 200 mila soldati. Lukashenko si è appoggiato all’alleato Russia per il sostegno in mezzo alle crescenti tensioni con l’Occidente per la sua repressione del movimento pro-democrazia del paese sulla scia delle contestate elezioni presidenziali nell’agosto 2020. L’incontro del 29 dicembre è solo l’ultimo di una serie tra i due leader dalle elezioni dello scorso anno che ha visto i paesi approfondire un accordo sindacale che prevede stretti legami politici, economici e militari. All’inizio del mese scorso, Putin e Lukashenko hanno approvato una dottrina militare congiunta insieme a una serie di accordi sui programmi di integrazione incentrati principalmente su questioni economiche e normative.

Cresce la tensione con l’Occidente

L’annuncio della rinnovata cooperazione tra Mosca e Minsk arriva in mezzo alle crescenti tensioni tra la Russia e l’Occidente dovute all’accumulo di truppe russe vicino al confine con l’Ucraina. L’Occidente ha sollevato timori di una possibile invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Dal canto suo, Mosca nega di voler attaccare l’Ucraina e accusa Kiev e la NATO di provocazioni.


Leggi anche: Biden-Putin: atteso per oggi nuovo colloquio