Punture di zanzare: sono diverse da Paese a Paese?

0
260

Non c’è estate senza punture di zanzare. Sappiamo che ci sono persone più esposte di altre. Ma i morsi di questi insetti cambiano da un Paese all’altro?

Le punture di zanzare differiscono tra Paesi?

Esistono molti metodi per respingere questi fastidiosi insetti. Spray repellenti, piante da coltivare sul nostro balcone, citronella, fino ai rimedi naturali, come l’aceto bianco. Ma cosa succede se siamo in vacanza e abbiamo l’impressione che le punture siano più grandi e prudano più del normale?


Zanzare: 7 modi per tenerle lontane


L’opinione dell’esperto

L’entomologo Grégory L’Ambert spiega che nel mondo ci sono circa 3500 specie diverse di zanzare. “Anche se abbiamo un gran numero di specie comuni e condivise, ci sono specificità in alcuni Paesi. In Spagna e in Italia, ad esempio, è possibile incontrare specie un po’ diverse da quelle che siamo abituati a vedere” ha dichiarato. Riconoscerle però è possibile.

Le differenze di Paese

Sappiamo che quando una zanzara ci punge, insieme inietta la sua saliva nel nostro corpo, e questo scatena il prurito. Se ci troviamo in un altro Paese, il nostro corpo potrebbe avere reazioni diverse dal solito, come una puntura di dimensioni maggiori. “Le zanzare di norma non trasmettono malattie, ma non c’è necessariamente una malattia endemica nei Paesi del sud della Francia” spiega ancora l’esperto. E, data l’assenza di un rischio concreto, la puntura di una zanzara spagnola è innocua quanto quella di una francese.

Casi eccezionali

In qualche caso, però, può capitare che alcuni agenti patogeni circolino in Europa. “A livello locale, se siamo sfortunati, possiamo ritrovarci a nostra insaputa di fronte ad un episodio simile”. Cosa fare, allora, se questo accade?

Sintomi preoccupanti

“Fatta eccezione per un fenomeno insolito, di bassa durata e bassa intensità, le punture di zanzare non sono un problema” spiega ancora L’Ambert. “Una puntura diversa dal solito non deve farci prendere dal panico: ma dobbiamo stare attenti ad alcuni sintomi che potrebbero comparire. Se sospettiamo sintomi anormali, febbre, ad esempio, dovremmo consultare subito un medico”.