Proteste in Germania: “Chiunque diffonda l’antisemitismo verrà punito”

0
223
proteste germania

A seguito di un’ondata di proteste anti-israeliane in tutta la Germania legate alla continua violenza tra Israele e Gaza, i leader politici qui hanno promesso di reprimere i manifestanti che hanno usato l’antisemitismo attaccando le istituzioni ebraiche.

Cosa dichiarano i politici a seguito delle proteste in Germania?

Chiunque diffonda odio antisemita sentirà tutta la forza della legge“. Ha detto in un comunicato il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer. Domenica in un’intervista ha aggiunto: “Non tollereremo l’incendio di bandiere israeliane sul suolo tedesco e gli attacchi alle strutture ebraiche“. Il presidente del Bundestag Wolfgang Schäuble ha chiesto un aumento della sicurezza per le comunità e le istituzioni ebraiche. Questo a seguito dalla vigilia della festa di Shavuot di domenica. A causa di misure volte ad arginare la pandemia di coronavirus, la maggior parte delle sinagoghe consente ancora solo una ridotta frequenza o osservanze a distanza.

Le manifestazioni

La maggior parte dei manifestanti negli ultimi giorni sarebbe stata pacifica. Tuttavia alcuni hanno cercato di bruciare bandiere israeliane ridato epiteti antiebraici e applaudito per i bombardamenti di Tel Aviv. L’agenzia di stampa Deutsche Welle ha riferito che 180 persone hanno marciato dalla stazione ferroviaria nella città occidentale di Gelsenkirchen verso una sinagoga cantando slogan antisemiti. Diverse persone sono state arrestate dopo che le pietre erano state lanciate dalle finestre di più sinagoghe in diverse città. L’Unione Islamica Turca per gli Affari Religiosi (DITIB) ha lanciato un appello ai musulmani affinché stiano lontani dalle manifestazioni, ha riferito Deutsche Welle.

La libertà di stampa a Gaza è letteralmente crollata

Le leggi in Germania

L’anno scorso la Germania ha reso illegale distruggere o danneggiare pubblicamente la bandiera di uno Stato straniero con cui intrattengono relazioni diplomatiche. È anche illegale incitare all’odio o invocare la violenza contro un gruppo o individui in un modo che potrebbe disturbare la pace. La legge copre il razzismo, l’antisemitismo e l’omofobia. Definendo gli incidenti “disgustosi”, Aiman ​​Mazyek, capo del Consiglio centrale dei musulmani in Germania, ha dichiarato: “Chiunque attacchi le sinagoghe e gli ebrei con il pretesto di criticare Israele ha perso ogni diritto alla solidarietà “.