Produzione rallentata per tre mesi alla Toyota

0
383

La Toyota ha preso una decisione importante: produzione rallentata, in aprile, per tre mesi. Cerchiamo di capire il perché.

Qual è il motivo della produzione rallentata?

Da aprile a giugno Toyota ridurrà la sua produzione da 150.000 a 75.000 unità. La casa automobilistica la definisce una “pausa intenzionale”, producendo 800.000 veicoli al mese al posto dei 900.000 previsti. E la ragione non è solo strettamente correlata alla ormai cronica carenza di semiconduttori.


Toyota cresce nel 2021 batte di nuovo la Volkswagen


Rivedere i piani

La Toyota ha rilasciato una dichiarazione in merito alla produzione rallentata. “In questo modo creeremo ambienti di lavoro salubri che attribuiscono la massima priorità alla sicurezza e alla qualità, piuttosto che superare le capacità delle strutture, spingere le persone ai propri limiti e farcela con il lavoro straordinario. Quindi informeremo i nostri fornitori di piani che incorporano rischi di riduzione della produzione e altri fattori fino a tre mesi in anticipo, rivedremo i piani di produzione su base mensile e trimestrale e condivideremo con loro detti piani”. A ciò si aggiungono la già citata scarsità di semiconduttori, insieme all’incertezza dovuta alla pandemia e ad altri fattori: tutte cose che rendono difficile allargare lo sguardo più lontano di diversi mesi.

Le modifiche nello specifico

Cominciamo con lo stabilimento Toyota di Tsutsumi, che produce la Corolla Sport e la Camry: la loro produzione sarà sospesa il 4 e 5 aprile. Stessa cosa a Tahara, dove vedono la luce le Lexus LS, IS, RC F, e NX. A Miyata invece, luogo di produzione delle Lexus NX, NX PHEV, CT, UX e UX BEV, i giorni di interruzione saranno il 1°, poi il 4, 5, 6, 7, 8, 11, 18 e 19. Inoltre, la seconda linea di produzione di Miyata sarà sospesa il solo 1° aprile. Iwate, dove sono realizzate C-HR, Aqua, Yaris e Yaris Cross, si fermerà il 4, 5, 6, 7, 8, 11, 12, 16 e 23 aprile. Ultimo ma non ultimo lo stabilimento di Fujimatsu, dove sono prodotte Noah e Voxy: questo si fermerà il 1° e il 4 aprile.