Processo Navalny: tribunale conferma il carcere

La corte d’appello di Mosca ha confermato la condanna al carcere inflitta al leader dell’opposizione russa

0
455
Processo Navalny

Novità nel processo Navalny. Un tribunale di Mosca ha confermato che l’oppositore Aleksej Navalny dovrà rimanere in carcere. E’ accusato di non aver rispettato le norme della sospensione condizionale della pena concessagli per una vecchia condanna. La Corte ha tuttavia ridotto di un mese e mezzo il tempo di carcerazione di 2 anni e 8 mesi tendendo conto dei mesi ai domiciliari. L’oppositore oggi dovrà anche comparire nuovamente in un’aula di tribunale per un altro procedimento in cui è accusato di diffamazione nei confronti di un veterano della Seconda guerra mondiale.

Processo Navanly: cos’è successo?

Continua il calvario per l’oppositore russo Aleksej Navalny. Un tribunale di appello di Mosca ha confermato la condanna al carcere inflitta a Navalny dopo essere tornato in Russia dalla Germania il mese scorso. Il giudice Dmitry Balashov ha respinto l’appello di Navalny contro la sentenza del 2 febbraio. La sentenza aveva trasformato una condanna sospesa nel 2014 per accuse di appropriazione indebita in tempo reale di permanenza in carcere. Il giudice ha deciso di contare le sei settimane che Navalny ha già trascorso precedentemente agli arresti domiciliari. Quindi ora dovrà rimanere in carcere per due anni e otto mesi.

Il leader dell’opposizione è accusato di non aver rispettato le norme della sospensione condizionale della pena concessagli per una vecchia condanna. La conferma della condanna di Navalny scatenerà nuove proteste in Russia. I sostenitori di Navany affermano che la sentenza e altri diversi casi contro di lui sono un pretesto per mettere a tacere l’opposizione e annullare le ambizioni politiche di Navalny. La comunità internazionale ha condannato l’arresto di Navalny e la Corte dei diritti dell’uomo ha chiesto il rilascio immediato dell’oppositore. La conferma della condanna di Navalny susciterà nuovamente indignazione. Il blogger era stato costretto a violare i termini stabiliti dal tribunale perché ricoverato d’urgenza a Berlino a seguito del tentativo di avvelenamento con un agente nervino, del quale è sospettato il governo russo.   

Navalny dovrà comparire in tribunale per un altro processo

Navalny oggi dovrà anche comparire nuovamente in un’aula di tribunale per un altro procedimento. E’ accusato di diffamazione nei confronti di un veterano della Seconda guerra mondiale. I pubblici ministeri hanno chiesto che Navalny venga multato per 13 mila dollari.


Corte Europea dei diritti chiede il rilascio di Navalny

Udienza Navalny: pubblico ministero chiede multa per diffamazione

Caso Navalny – dibattito sull’appello della CEDU