Primarie del PD il 20 giugno: la scelta del candidato alle comunali

0
210
Primarie del PD

Primarie del PD il 20 giugno e martedì tavolo di coalizione: “Siamo saldamente il primo partito della Capitale e il centrosinistra, unito, può vincere ogni sfida. Chi si sfila favorisce destre’, affermano i segretari Pd di Roma e Lazio Andrea Casu e Bruno Astorre. Facendo anche riferimento ad un sondaggio di cui non si hanno dati però.

Le primarie del PD tanto care

Il Pd di Roma propone il 20 giugno come data per le primarie tanto care al PD per le elezioni amministrative romane. “Siamo e restiamo sempre al fianco della città nella lotta al virus. Ma oggi finalmente grazie agli straordinari risultati della campagna vaccinale nella nostra Regione, si riaccende la speranza che ci permette di rimetterci al lavoro per costruire insieme il mondo oltre il Covid 19. A partire dalle prossime amministrative. Per questo motivo ricordiamo che le primarie, da sempre nel Dna del Pd e del centrosinistra, sono la via maestra per coinvolgere tutti gli elettori nelle scelte della nostra comunità politica”. Dicono, in una nota congiunta, Bruno Astorre, segretario Pd Lazio, e Andrea Casu, segretario Pd Roma. A seguito di un incontro al Nazareno con Francesco Boccia Responsabile nazionale autonomie territoriali ed enti locali della segreteria Letta.

Casu e Astorre lanciano un avvertimento agli alleati, a partire da Carlo Calenda che ha già annunciato che correrà da sindaco con Azione. Il PD sventola il vantaggio del partito guidato da Enrico Letta. Con un monito: chi deciderà di sottrarsi a questo percorso favorisce unicamente le destre verso la corsa al Campidoglio”.

Calenda, il nemico

Calenda in un twit già ha spiegato che per lui rappresenta una naturale e democratica divergenza di vedute. Quindi oramai è decisa la candidatura con Azione e non con il PD. Inoltre il leader di Azione e candidato sindaco della capitale su Twitter dopo che il segretario del Pd ieri ha rilanciato le primarie per le elezioni amministrative ha aggiunto che rappresenta una scelta legittima. Ma “a questo punto le nostre strade si separano”.

Commenti