Vendeva smartphone con sconti del 50% ma solo per pochi secondi, poi ti beccavi la versione più costosa e meno ambita. All’epoca lo avevamo denunciato al Garante per pratica commerciale scorretta, ma oggi il sito di ecommerce Prezzofelice.it è arrivato al capolinea: è già in liquidazione e, cosa ancor peggiore per i consumatori, ormai ha praticamente smesso di inviare la merce ai clienti, anche a quelli che hanno già pagato. Basta andare sulla home page del sito per capire chiaramente come stanno le cose.

Sei uno di questi? Ecco cosa fare

Se sei un loro cliente e stai ancora attendendo la merce, la prima cosa da fare è chiedere per iscritto alla società la consegna del prodotto entro un tempo ben determinato (15 giorni). Se ti può essere utile, puoi prendere ad esempio questo nostro modello di lettera che va bene proprio per chiedere che il venditore online adempia ai suoi obblighi contarttuali. La richiesta va fatta via raccomandata con ricevuta di ritorno a questo indirizzo: HAPPYPRICE SRL, via Savona 97 – 20144 Milano.

Tuttavia se sei in possesso di una PEC (indirizzo di posta certificata) puoi farlo via email scrivendo alla PEC di Prezzofelice.it (happyprice@pecmove.it) e quindi risparmiare anche i soldi della raccomandata. In questo caso è infatti bene non spendere altri soldi perché ci sono buone possibilità che questa richiesta sia ignorata (visto che la società è in liquidazione).

Se il prodotto non arriva, ti consigliamo di chiedere alla tua banca o all’istituto di pagamento (se hai pagato con carta di credito, prepagata e Conto Paypal) di bloccare il pagamento verso questa società perché si tratta di un pagamento relativo a un prodotto che non arriverà mai. Tieni presente, purtroppo, che se hai già pagato l’unica cosa da fare è, come abbiamo visto, chiedere i soldi indietro al sito con la lettera raccomandata o con una email con posta certificata. Tuttavia, puoi comunque tentare di chiedre al tuo istituto di credito o alla tua banca il riaccredito della cifra prelevata. Per Conto Paypal è previsto, invece, che si possa chiedere il rimborso del pagamento se la merce non arriva entro 45 giorni dal pagamento.

Ti aiutiamo noi

In ogni caso, se hai bisogno di aiuto per compilare la richiesta al sito, o per sapere come fare a chiedere alla banca di bloccare il pagamento, sappi che puoi contare sul nostro aiuto.consulenza giuridica al numero 02 6961 550 e sapremo indicarti il modo migliore per far valere i tuoi diritti.

Condividi e seguici nei social

1 COMMENT

  1. Per diffidare questa azienda ad inviare immediatamente il bene avvertendo che, decorsi 10 giorni, il contratto sarà risolto con richiesta di rimborso di quanto pagato. è consigliabile spedire una RACCOMANDATA AR SENZA BUSTA onde evitare che il destinatario contesti il contenuto della stessa affermando di aver ricevuto un foglio bianco o addirittura una busta vuota.

    LetteraSenzaBusta.com offre il servizio online per spedire RACCOMANDATE SENZA BUSTA direttamente via web dal proprio pc evitando le solite noiose file agli uffici postali.

    Per info e costi:

    http://www.letterasenzabusta.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here