Prevenire attraverso l’alimentazione: tre incontri organizzati da ANPOF

1
455


L’ANPOF, Associazione Noi Per l’Oncologia Fermana, ha organizzato tre incontri dedicati all’alimentazione, nell’ambito del progetto “Con Cura”. Tre i punti cardine degli incontri:

ALIMENTI: quali sono i più utile per la prevenzione, importanza della modalità di produzione nella qualità nutrizionale, conoscenza dei contaminanti alimentari pericolosi per la salute;

ACQUISTO: sapersi orientare al mercato e al supermercato, saper leggere le etichette;

NUTRIZIONE: alimentazione e salute, alimentazione e malattia.

Il progetto è rivolto a tutta la cittadinanza ed ai pazienti del reparto di Oncologia Ospedale Murri di Fermo.

 Il primo incontro si terrà il 20 Febbraio al Teatro Comunale di Porto San Giorgio (ore 21), in cui la Dott.ssa Alleva, specialista in Scienze dell’Alimentazione, parlerà di alimentazione, di salute e di prevenzione attraverso uno stile alimentare corretto. Si parlerà poi della qualità degli alimenti, i miti e la realtà. Il Prof. Seghetti, agronomo, interverrà sugli inganni dell’industria e sulle frodi alimentari.

Nel secondo incontro del 27 febbraio la Dott.ssa Alleva relazionerà sul tema della spesa, ossia come scegliere gli alimenti attraverso la lettura dell’etichetta alimentare.

Il terzo incontro del 6 marzo verterà su ambiente e alimentazione, il ruolo nelle patologie croniche e tumorali.

I tre incontri hanno lo scopo di focalizzare l’attenzione sul ruolo dell’alimentazione nella prevenzione.

“Il recente Codice Europeo stilato dal World Cancer Research Fund ha evidenziato che uno dei fattori preventivi nei confronti dei tumori è un tipo di alimentazione vegetariana, basata prevalentemente su cereali integrali, verdure, legumi, poco pesce prevalentemente azzurro, frutta -com’è la vera dieta mediterranea- differente da una dieta basata principalmente sulla carne, sugli zuccheri raffinati ed i grassi. Poi purtroppo si inserisce la produzione industriale: ci sono prodotti vegetariani, pronti, preconfezionati che presentano ingredienti non in linea con i criteri di prevenzione. Dunque, è ancor più importante la qualità degli alimenti”- Dott.ssa Alleva

Commenti