Premio Nobel per la Pace: Klerk e Mandela fine dell’apartheid

Apartheid: Fine della Segregazione, Il pensiero di Frederik Willem de Klerk

0
3763
Premio Nobel per la Pace

Nel 1993 Frederik Willem de Klerk e Nelson Mandela furono insigniti dal Comitato di Oslo del Premio Nobel per la Pace “per il loro lavoro per la risoluzione pacifica del regime di apartheid, e per aver gettato le basi per un nuovo Sudafrica democratico”. L’ affossatore del vecchio regime e il profeta del ‘ nuovo Sudafrica’.

Frederik de Klerk e Nelson Mandela – 1993 Premio Nobel per la Pace

Premio Nobel per la Pace, nel 1993 il comitato norvegese ha assegnato a Nelson Mandela e Frederik Willem de Klerk il premio Nobel per la pace “per aver svolto un ruolo decisivo nello smantellamento del sistema di segregazione razziale nel loro paese”. De Klerk e Mandela hanno agito costantemente con l’unico scopo, hanno lavorato insieme per preparare l’avvenire democratico del loro paese. Il leader dell’African national congress e il capo dello stato sudafricano vengono premiati per essere riusciti a superare secoli di divisione razziale e aver portato vittoriosamente il paese verso la democrazia. Premiati gli sforzi di metter fine all’apartheid.

Il comitato Nobel

Il comitato Nobel Norvegese assegna il Premio Nobel a De Klerk e Mandela omaggiandoli per ogni loro sforzo compiuto. Per aver messo pacificamente fine all’apartheid, mostrando una solida strada verso la soluzione, di problemi analoghi. Quest’ultima una politica di segregazione razziale  istituita nel 1948 dal governo di etnia bianca del Sudafrica, e rimasta in vigore fino al 1991.


Premio Nobel per la medicina: ecco i vincitori


Apartheid: Fine della Segregazione

Il termine apartheid è utilizzato in senso politico per la prima volta nel 1916 dal primo ministro sudafricano Jan Smuts, filosofo e politico. Durante le elezioni nel 1928 vengono introdotti nel paese i primi elementi di segregazione razziale. Nel 1939 Smuts torna al potere e il nazionalismo afrikaner non poté proseguire il suo progetto politico. Nel corso della seconda guerra mondiale  un gruppo di intellettuali afrikaner influenzati dal nazismo completò la teorizzazione del progetto dell’apartheid. Ufficialmente introdotto nel 1948.

Diverse personalità sono pronte a battersi contro il regime di segregazione, come Stephen Biko e Nelson Mandela; la prima iniziativa ufficiale volta all’isolamento sportivo venne adottata con l’accordo di Gleneagles ratificato dal Commonwealth delle nazioni nel 1977.

La Liberazione di Nelson Mandela: leader ANC

Il massimo leader dell’ANC, Nelson Mandela, ottiene la liberazione nel 1990 dopo 27 anni di prigionia. La sua successiva elezione a capo dello Stato decretarono finalmente il tramonto dell’apartheid e l’inizio di una nuova era. Le elezioni generali in Sudafrica del 1994 portarono sempre maggiormente al superamento della segregazione, registrando una vittoria nel Congresso Nazionale Africano con il 62,65% dei voti. Il Sudafrica post-apartheid porta inoltre un ulteriore progresso nazionale, l’inoltro di nuovi undici idiomi ufficiali. Tuttavia ancor ‘oggi perseverano alcuni gruppi di disuguaglianza. Gruppi di nostalgici bianchi di estrema destra che supportano il ritorno dell’apartheid o l’indipendentismo afrikaner.


Nelson Mandela International Day: un uomo di coraggio


Il pensiero di Frederik Willem de Klerk

Frederik Willem de Klerk politico sudafricano, presidente del Sudafrica dal 1989 al 1994, comprende bene che l’apartheid non può sopravvivere e che urgono concessioni dirette alla divisione dei poteri con la maggioranza nera. Nel 1989 giunge nello Zambia per discutere con il presidente Kenneth Kaunda. Il 2 febbraio 1990 durante il suo discorso de Klerk annuncia la legalizzazione dell’ANC, del Congresso Panafricano e del Partito Comunista Sudafricano ordinando il rilascio di numerosi prigionieri. Ordina anche la sospensione delle sentenze di morte.

Spiega il comitato Nobel: ´Mandela e De Klerk hanno raggiunto un accordo sui criteri per la transizione a un nuovo ordine politico basato sul principio un uomo-un voto. Guardando avanti alla riconciliazione del Sudafrica, invece che indietro alle profonde ferite del passato, hanno dato prova di integrità personale e grande coraggio politico’.

Il Comitato ricorda Mandela e Willem de Klerk