Premio Massimiliano Galliani ai giovani talenti del disegno

Un riconoscimento in memoria di un artista mancato troppo presto che guardava alle nuove generazioni con fiducia

0
340
Premio Massimiliano Galliani
Massimiliano Galliani

Prosegue e si consolida la collaborazione tra l’Associazione culturale artMacs, il Comune di Montecchio Emilia e la fiera d’arte ArtVerona. L’evento, per il secondo anno consecutivo, ospiterà il Premio Massimiliano Galliani per il disegno under 35, rivolto alla ricerca visiva emergente. La premiazione è in programma sabato 15 ottobre alle 17.30.


Seitzinger Alchemica: iconografia esoterica e arte visiva


Perché istituire il Premio Massimiliano Galliani?

Massimiliano Galliani è scomparso nel 2020 a soli 37 anni. Quindi il Premio nasce dalla volontà della famiglia di trasformare un lutto doloroso in un’opportunità per i giovani artisti in Italia e nel mondo. In occasione della 17esima edizione di ArtVerona, in programma dal 14 al 16 ottobre, una giuria professionale selezionerà il miglior disegno realizzato da un artista under 35 tra quelli proposti dalle gallerie partecipanti. I componenti sono: Omar Galliani, Artista e Membro dell’Associazione culturale artMacs, Fausto Torelli, Sindaco del Comune di Montecchio Emilia con delega alla Cultura. Valuteranno le opere anche: Gianluca Marziani, Curatore e Critico d’arte, Vanni Cuoghi, Docente all’Accademia Aldo Galli di Como. Quindi Eleonora Frattarolo, Professoressa di Beni culturali e ambientali presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e membro del Comitato Scientifico della Biennale del Disegno di Rimini.

I riconoscimenti ai premiati

L’opera vincitrice verrà acquistata dall’Associazione culturale artMacs al fine di costituire nel tempo una raccolta dedicata al disegno contemporaneo. Il Comune di Montecchio Emilia che promuove il processo di riconoscimento della memoria e nel supporto ai nuovi talenti, acquisirà una seconda opera. Organizzerà inoltre nel 2023 una mostra personale del vincitore negli spazi di Casa Cavezzi a Montecchio Emilia. Un palazzo del XV secolo a pochi passi dall’atelier di Massimiliano Galliani. Il Direttore artistico di Art Verona, Stefano Raimondi, commenta l’iniziativa. «È importante portare avanti la collaborazione che nasce dal prezioso dialogo tra enti pubblici e privati che mette al centro del Premio il valore di una legacy culturale e umana».

Massimiliano Galliani

Figlio di Omar e Laura, fratello di Michelangelo, marito di Samantha e padre di Anita e Virginia, Massimiliano Galliani ha trovato nel disegno il suo linguaggio d’elezione. La famiglia col premio intende cercare attraverso l’Arte un riscatto che non sia soltanto memoria, ma soprattutto futuro per le giovani generazioni creative alle quali Massimiliano apparteneva. «Il disegno – dichiara Omar Galliani – è oggi più che mai uno strumento “resistente” e necessario. Depositario di un pensiero sgombro e vincente sulle banalità e pericolosità del mondo. In un tempo dominato dal digitale, si distingue sempre di più l’uso del disegno da parte delle giovani generazioni. Il lavoro di Massimiliano si inscrive nella ritrovata “permanenza” del disegno oggi e domani».

Il Premio Massimiliano Galliani

Fausto Torelli parla del riconoscimento. «Col Premio l’Amministrazione comunale di Montecchio Emilia intende rimarcare l’importanza che in terra d’Emilia riveste da sempre la cultura del disegno». Vincitrice della prima edizione del Premio Massimiliano Galliani per il disegno under 35 è la giovane artista messicana Fernanda Carrillo, rappresentata in Italia dalla galleria d’Arte A Pick Gallery di Torino. Ospite del Comune di Montecchio Emilia, ha lavorato alla produzione di alcune opere originali esposte nella personale Dear Universe, inaugurata a Casa Cavezzi nella primavera del 2022.

ArtMacs

L’associazione culturale artMacs nasce a Montecchio Emilia nel dicembre del 2020 dalla volontà della famiglia di Massimiliano Galliani di tutelare e promuovere la sua ricerca. Alla sede di via Vittorio Veneto a Montecchio Emilia è raccolta una parte importante del suo lavoro, accessibile al pubblico per l’esposizione periodica delle opere. Aperta anche per la consultazione di video, libri e cataloghi che illustrano il percorso dell’artista in relazione al contesto storico in cui è inserito. L’associazione promuoverà, inoltre, esposizioni temporanee rivolte soprattutto alla ricerca artistica giovanile nell’ambito del disegno. Propone come workshop, incontri culturali e presentazioni di libri e magazine.

Immagine da cartella stampa.