Premio Giovan Battista Calapai a Camilla Gurgone

La consegna dei riconoscimenti è in programma il 3 settembre a Taormina

0
269
Giovan Battista Calapai
La vincitrice del Premio Giovan Battista Calapai, Camilla Gurgone

La Giuria della prima edizione del Premio Internazionale Giovan Battista Calapai e Theodora van Mierlo Benedetti ha scelto i vincitori del concorso. Tra 125 candidature presentate da artisti under 35, ha designato i due premiati e attribuito tre menzioni speciali. 


Un concorso creativo avvicina i giovani all’arte vercellese


Chi riceverà i riconoscimenti Giovan Battista Calapai e Theodora van Mierlo Benedetti?

Il Premio Giovan Battista Calapai, avente valore netto di € 1000 e comprensivo di una pubblicazione A-HEAD Edizioni è assegnato a CAMILLA GURGONE. La Menzione Speciale Theodora van Mierlo Benedetti di € 500,00 è andata a GISELLA CHAUDRY. La Commissione era composta da: Lorenzo Benedetti e Piero Gagliardi, Curatori e Storici dell’arte, Laura Cionci Artista, Mario De Candia Giornalista e Curatore. Tra gli esperti compaiono anche: Fabio Mongelli Direttore RUFA, Francesco Nucci  Presidente Fondazione VOLUME! e Filomena Rosiello Psicoanalista junghiana e Arteterapeuta. La Giuria era infine coordinata da Roberta Melasecca. Architetto.

Le menzioni speciali

La Giuria ha deciso di assegnare tre menzioni speciali a Giorgia Errera, Nicolò Masiero Sgrinzatto e Angela Capotorto. Gli artisti riceveranno commissioni da Angelo azzurro – A-HEAD e i partner per le prossime iniziative. La premiazione si svolgerà il 3 settembre alla Sala Saffo del Palazzo Duchi di Santo Stefano di Taormina. Gli artisti vincitori riceveranno anche due opere di Luca Guatelli della serie White flower.

Premio Internazionale Giovan Battista Calapai e Theodora van Mierlo Benedetti

L’iniziativa si rivolge alla ricerca artistica di artisti under 35 e è promossa da A-HEAD Project – Angelo Azzurro ONLUS. Ricorda Giovan Battista Calapai e Theodora van Mierlo Benedetti due figure che hanno contribuito in modo determinante alla connessione tra l’associazione e il settore creativo. Il sodalizio si occupa quindi della lotta allo stigma dei disturbi mentali e ha promosso la nascita del progetto. Infatti, promuove l’arte contemporanea sviluppando un percorso ermeneutico e conoscitivo delle malattie psichiche, sostenendo le ricerche artistiche in tutte loro le declinazioni. 

Progetto A-HEAD

Nasce nel 2017 per volere delle famiglie Calapai e Lo Giudice per la lotta allo stigma dei disturbi mentali. Sostiene in maniera attiva l’arte contemporanea e gli artisti che collaborano ai vari laboratori che l’associazione svolge accanto alle attività di psicoterapia. Data la natura benefica del progetto, con A-HEAD la cultura, diviene un motore generatore di sanità, nella misura in cui i ricavati sono devoluti a favore di progetti riabilitativi della Onlus Angelo Azzurro. Si tratta di iniziative legate alla creatività, intesa come caratteristica prettamente umana, fondamentale per lo sviluppo di una sana interiorità. Lo scopo globale del progetto è quindi aiutare i giovani che hanno attraversato un periodo di difficoltà a reintegrarsi a pieno nella società, attraverso lo sviluppo di capacità.

Immagine da cartella stampa.