Premier, bagarre in testa: Liverpool – Manchester United promette spettacolo

0
759

Reds contro Red Devils: torna dopo quasi un anno esatto il North West Derby, e quante cose sono cambiate da allora. Il 19 gennaio 2020 le reti di Van Dijk e Salah consentivano al Liverpool di battere il Manchester United 2-0. Ad Anfield c’erano quasi 53 000 spettatori, il mondo non era ancora caduto nel baratro; il Liverpool proseguiva nella sua trionfale corsa al titolo.

Dodici mesi dopo nel tempio dello sport del Merseyside non ci saranno supporter sugli spalti. Van Dijk è fermo da mesi per la rottura del legamento crociato e il Liverpool non è più in testa al campionato, soppiantato da quel Manchester United che non raggiungeva tali posizioni di classifica dal 2012-2013, anno in cui vinse il titolo. Quel 2-0 rimane l’ultima sconfitta fuori casa del Manchester United in Premier League. Da allora quindici partite, otto in questa stagione di cui sette vittorie e un pareggio. Solskjaer ha di che rallegrarsi, visto anche che la squadra ha conquistato 29 punti degli ultimi 33 disponibili issandosi in prima posizione a 36 punti dopo 17 partite.

Il Liverpool negli ultimi incontri sembra essersi fermato. Due pareggi (contro West Bromwich e Newcastle) e una sconfitta (sul campo del Southampton) nelle ultime tre gare hanno fatto scivolare l’11 di Klopp al secondo posto a 33 lunghezze, addirittura 16 in meno dello scorso anno quando a questo punto del torneo aveva vinto 16 incontri su 17. Il 7-0 di Londra con il Crystal Palace è stato l’ultima vittoria di una compagine che sente più che mai la mancanza dei centrali di difesa titolari. Van Dijk, certo, ma anche Matip che dovrebbe rientrare a breve anche se è ancora in dubbio per la partita di domenica. Senza dimenticare l’assenza di Alisson a inzio campionato, assenza coincisa anche con la sconfitta umiliante con l’Aston Villa per 7-2.

La mancanza di pubblico, l’assenza di giocatori per positività o infortunio legato al grande numero di partite ravvicinate, il rimescolamento di valori dettato dalle entrate ridotte: se c’è un lato positivo della situazione che si protrae da un anno è almeno l’incertezza su chi vincerà il campionato inglese. I pronostici sono sempre più incerti visto che le partite di Premier stanno riservando grandi sorprese, ma per fortuna c’è chi ci dedica del tempo: gli esperti di Sportytrader.it, che presentano pronostici sui principali eventi calcistici di ogni settimana, per il big match di domenica ritengono che sarà il Liverpool a portare a casa i tre punti.

Liverpool e Manchester, che stanno viaggiando sui 2 punti di media a partita, si giocheranno la pesantissima posta in palio un incontro equilibratissimo e non sono le uniche squadre a cui interessa l’esito finale di questa sfida: nelle posizioni successive di classifica c’è un manipolo di club pronti ad approfittare del fatto che le prime due perdano punti, primi tra tutti i rivali di Liverpool dell’Everton, una delle grandi sorprese di questa stagione. Ma anche il Leicester, il Tottenham o addirittura il Chelsea per ora defilato potrebbero dire la loro se nessuna prenderà la fuga. Staremo a vedere: per ora ci godiamo lo spettacolo.