PRADA Milano Fashion Week 2020: “Dialogues”

0
2250
Prada - Milano Fashion Week 2020
Prada - Milano Fashion Week 2020

Prada a Milano Fashion Week 2020. Attesissimo l’evento Prada in occasione di questa stravagante Settima della moda milanese.

Quest’anno Prada sceglie il formato digitale per presentare la sua collezione donna Primavera Estate 2021. Data la situazione di emergenza gli stilisti hanno potuto scegliere la modalità con cui organizzare il proprio défilé. Prada opta così per un vero e proprio show trasmesso in streaming ieri, giovedì 24 settembre, alle ore 14.00.

Si tratta della prima presentazione ufficiale di una collezione firmata da Miuccia Prada e dallo stilista belga, Raf Simons. Una collaborazione che ha dato i suoi frutti, visto l’indiscusso consenso ottenuto da parte del pubblico e dalla critica.

Suggestiva e stupefacente la scenografia. Un apparato di telecamere, monitor e lampade parevano accompagnare le modelle durante la loro sfilata. Una commistione tra essere umano e tecnologia, convivenza ormai assodata nella società in cui viviamo.


Inoltre, per questo evento la scelta è ricaduta su modelle non professioniste. Modelle che ieri, hanno calcato la passerella per la prima volta.

La co-direzione di Prada e Simons è nota sin dallo scorso febbraio, ma il debutto venne rimandato causa emergenza sanitaria. Oggi, finalmente, conosciamo il risultato di una sinergia creativa che non smentisce il talento, né l’ingenio, dei due designer. Gli abiti sono il prodotto finale di un’intesa tra due visioni differenti della moda. Differenti ma ben amalgamate, un successo insomma.

Miuccia Prada dichiaraè una collezione che esplora il significato di Prada, il concetto su cui si fonda. Su cosa possa significare Prada oggi, con un’altra prospettiva, con un altro punto di vista. Questa sfilata è la prima di molte possibili proposte che nasceranno da questa collaborazione. Combinazioni giustapposte, per cercare qualcosa di nuovo. Le possibilità sono infinite. Questa è la prima idea, la prima proposta di molte a venire“.

Prada per Milano Fashion Week 2020: “Dialogues”

Il concetto che sta alla base della sfilata è quello di dialogo. Un dialogo inteso in maniera ambivalente. In prima istanza è il dialogo tra le visioni dei due grandi nomi della moda che decidono di unire le idee dando vita a una preziosa collaborazione. Tant’è che, al termine della sfilata, i due designer si sono prestati a dare risposta alle domande formulate dagli appassionati, tramite il sito di Prada.

In seconda istanza è il dialogo tra uomo e tecnologia. Già ben rappresentato dalla scenografia.

Un dialogo tra l’essere umano e l’intelligenza artificiale. Tra l’uomo e la macchina.

Si tratta, sicuramente, di un’idea originale quanto complessa da realizzarsi. Qualcosa di nuovo a cui nessuno prima aveva mai pensato. Tra il groviglio di telecamere, che segue il passo delle modelle scivolano gli abiti in cui il marchio Prada si contraddistingue.

La sfilata verte sulla semplicità, sugli abiti, sul dialogo tra l’abbigliamento e il corpo. Richiama il dialogo tra la tecnologia e il corpo, tra la tecnologia e l’essere umano. Oggi la tecnologia fa parte della vita, la sfilata è una danza tra la donna e la tecnologia. Questo modo di comunicare la collezione ci ha dato la possibilità di lavorare in profondità su questa relazione“. Miuccia Prada.

La stilista aggiunge “Volevamo rappresentare la tecnologia non come una presenza esterna, ma come un’estensione della persona, un’amica“.

Video Integrale Sfilata Prada Milano Fashion Week 2020

Il concetto di Uniforme

Un elemento che lega fortemente Miuccia Prada e Raf Simons è il concetto di uniforme.

L’uniforme è lo strumento per sentirsi bene, una base senza tempo che ci permette di esprimerci“. Sostiene lo stilista belga Raf Simons. Fa eco a tali dichiarazioni, Miuccia PradaIo vado da un’uniforme all’altra, oggi è gonna a pieghe e maglione blu, ma non so quanto durerà, l’essenziale è che faccia sentire bene“.

Dunque l’obbiettivo è il sentirsi a proprio agio con sé stessi. Vestire i capi di abbigliamento che ci consentono di esprimerci, senza snaturarci. È nel diritto di ogni donna, e uomo, indossare abiti che ne rappresentino l’essenza.

Ciascuno di noi ha il proprio stile, studiato e forgiato nel tempo e che dice chi siamo. Fa parte della nostra identità, ed è giusto coltivarlo senza essere impostati entro canoni severi e rigidi. Le parole chiave sono “semplicità, purezza e onestà“.

Look, peculiarità dei capi… Prada

Quella firmata a due mani da Miuccia Prada e Raf Simons è una collezione semplice ed essenziale.

Dettaglio Outfit Prada – MFW2020

Tra le novità spiccano le maglie dolcevita, caratterizzate da fori appositamente posizionati. I motivi geometrici si ritrovano invece sulle ampie gonne a ruota, altezza polpaccio, abbinate ad altrettanto ampi parka. Visibilmente oversize. Stampe nere su tessuto bianco, scritte e dettagli floreali stilizzati. I colori pastello dominano. Così come domina il classico logo Prada, che compare su abiti ed accessori.

Inoltre, non passano inosservate le grandi tasche, applicate sul fianco oppure anche sul retro del capo.

Anche gli accessori, tra cui le iconiche borse a mano Prada sono realizzate in pelle e colori pastello. Tra le new entry, uno zainetto in nylon e scarpe bicolor dalla punta affilata. Niente tacchi vertiginosi!