Post Brexit: si riaccende lo scontro tra Parigi e Londra sulla pesca

0
321
brexit cosa cambia

Non si placano le polemiche tra le istituzioni di Francia e Regno Unito relative agli accordi post Brexit. La questione riguarda principalmente il nodo dell’accordo sulla pesca, in un’isola importante per la Corona britannica: l’isola Jersey. Quest’ultima è finita nell’occhio del ciclone dopo le dichiarazioni della marina francese, che ha suggerito di interrompere le forniture di elettricità. In particolare, il ministro della marina Annick Girandin non ha usato giri di parole riguardanti la piccola isola britannica, affermando che la Francia è pronta a varare “misure ritorsive” per il non rispetto del Regno Unito degli accordi sulla pesca.

Post Brexit: cosa è successo tra Parigi e Londra?

La ministra francese ha anche comunicato alla Commissione Europea il mancato rispetto degli accordi post Brexit presi dal Regno Unito e che prenderà nuovi provvedimenti. Accordi che, dal primo gennaio 2021, hanno stravolto i rapporti tra la marina francese e quella inglese. Fino al febbraio 2020 infatti, i pescatori francesi e inglesi avevano in comune una zona in cui pescare, soprattutto attorno all’Isola Jersey, che non aveva portato a particolari tensioni. Oggi invece è tutto cambiato, l’isola per i britannici sta diventando una postazione fondamentale per monitorare le mosse francesi.

La risposta delle autorità di Jersey

Pronta la risposta delle autorità della piccola isola. Il ministro delle relazioni esterne di Jersey, Ian Gorst, ha affermato che l’isola “ha rilasciato le licenze in conformità con l’accordo commerciale e di cooperazione del Regno Unito con l’Unione europea. Stiamo entrando in una nuova era e ci vuole tempo fino a che tutti si adattino“, conclude il ministro.


Michel Barnier sulla Brexit: “Meno burocrazia e più democrazia”

Post Brexit, Parigi avverte Londra: “Sulla pesca rispettare gli accordi”