Possibile sviluppo di armi nucleari in Corea del Nord

Un rapporto delle Nazioni Unite afferma che la Corea del Nord ha probabilmente sviluppato armi nucleari adattabili ai missili balistici.

0
239
possibile sviluppo di armi nucleari
La Corea del Nord e le armi nucleari.

In un rapporto confidenziale delle Nazioni Unite si legge che la Corea del Nord sta proseguendo con il suo programma di armi nucleari. Diversi Paesi ritengono inoltre che vi sia un possibile sviluppo di armi nucleari da parte del governo di Pyongyang.

Pyongyang e il possibile sviluppo di armi nucleari

Il rapporto di un gruppo di esperti incaricato di controllare le sanzioni delle Nazioni Unite afferma che diversi Paesi pensano che gli ultimi sei test nucleari condotti dalla Corea del Nord abbiano forse contribuito a sviluppare armi nucleari miniaturizzati.

Tale rapporto afferma: “La Repubblica Democratica Popolare di Corea sta continuando il suo programma nucleare. In questo è compresa la produzione di uranio arricchito e la costruzione di un reattore sperimentale ad acqua leggera. Uno Stato membro dell’ONU ha dichiarato che la Corea del Nord sta continuando la produzione di armi nucleari”.

Inoltre, il rapporto evidenzia: “La Corea del Nord potrebbe cercare di sviluppare ulteriormente delle armi nucleari miniaturizzati. Tutto ciò consentirebbe di apportare miglioramenti tecnologici, come i pacchetti di aiuti alla penetrazione o lo sviluppo di sistemi a testata multipla”.

Questo rapporto arriva dopo il discorso dopo il discorso del leader supremo nordcoreano Kim Jong-Un, della scorsa settimana. In questo discorso Kim ha infatti dichiarato che non ci saranno più guerre grazie alle armi nucleari della Corea, che garantiscono la sicurezza del Paese nonostante la pressione esterna e le minacce militari.


Kim Jong-Un e le armi nucleari in Corea del Nord

UE sanziona Russia, Cina e Corea del Nord per presunti attacchi informatici


I tentativi di denuclearizzazione della Corea del Nord

Già nel 2006, le Nazioni Unite avevano sanzionato la Corea del Nord a causa dei suoi programmi relativi ai missili nucleari e balistici.

Il leader nordcoreano Kim e il presidente Trump si erano incontrati nel 2018. Tuttavia, non erano riusciti a fare progressi sulla denuclearizzazione del Paese. Infatti, gli USA si rifiutano di porre fine alle sanzioni alla Corea del Nord.

Nel maggio 2018, la Corea del Nord aveva dichiarato di aver distrutto il principale sito dei test nucleari a Punggye-Ri. Pyongyang aveva inoltre dichiarato che ciò era prova del suo impegno per porre fine ai test nucleari. Il Governo non aveva però permesso agli esperti di assistere alla distruzione del sito.

Ora il rapporto dell’ONU afferma che sono state distrutte solo le entrate delle gallerie, e non vi è quindi alcuna prova che la Corea del Nord abbia demolito il sito completamente. Inoltre, secondo il rapporto, la Corea del Nord potrebbe aver ricostruito in tre mesi le infrastrutture necessarie per sostenere i test nucleari.

Infine, il rapporto ONU riferisce che Pyongyang sta violando le sanzioni attraverso esportazioni marittime illecite di carbone. Gli esperti delle Nazioni Unite dichiarano che la Corea del Nord ha ottenuto circa 2 miliardi di dollari grazie ad attacchi informatici diffusi mirati a derubare le banche.

Commenti