Una bimba di quattro anni è sfuggita al controllo dei genitori e ha rischiato di annegare nella piscina di un centro vacanze a Porto Sant’Elpidio, in provincia di Fermo.

La piccola è stata avvistata da uno dei bagnanti con il volto sott’acqua: i soccorritori sono intervenuti e l’hanno rianimata con massaggio cardiaco. La bambina è stata poi intubata e trasferita in condizioni molto gravi in ospedale ad Ancona, dov’è ricoverata in prognosi riservata.

E’ stata trasportata all’ospedale regionale in eliambulanza, in condizioni giudicate molto gravi, la bambina di 4 anni (residente da tempo a Porto Sant’Elpidio, di nazionalità straniera) che oggi, poco dopo le 13, ha rischiato di annegare in una nelle vasche idromassaggio del villaggio turistico ‘La Risacca’.

Una volta scattato l’allarme, in aiuto della piccola è accorsa una signora olandese che, insieme ai bagnini, ha cominciato a praticarle il massaggio cardiaco finché non sono arrivati i militi della Croce Verde e i sanitari dell’automatica del 118, che hanno iniziato le manovre di rianimazione, andando avanti per almeno mezz’ora, finché non sono riusciti a far riprendere il battito, anche se la piccolina restava incosciente. A quel punto, l’hanno stabilizzata, intubata, preparata per affrontare il trasferimento ad Ancona, al Salesi. 

Tutta da ricostruire la dinamica dell’accaduto e i carabinieri, giunti sul posto insieme agli agenti della Capitaneria di Porto, stavano esaminando le riprese delle telecamere per capire chi aveva tirato fuori la bambina dall’acqua, visto che è stata trovata, in un angolo, fuori della vasca. Da valutare anche se e come la bambina sia caduta in acqua, se abbia battuto la testa o se abbia accusato un malore.

La piccola era andata in piscina alla Risacca insieme al padre e al fratellino di 6 anni, che si trovava con lei al momento del dramma. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here