Porsche 911 RSR 3.0: all’asta un esemplare “galeotto”

In vendita un modello del 1974 appartenuto ad uno dei personaggi più controversi della storia contemporanea

0
269
porsche 911 rsr 3.0

Una Porsche 911 RSR 3.0 è in vendita ad un’asta. La notizia di per sé non appare così clamorosa, ma in questo caso lo è. Infatti, questo esemplare non solo ha avuto come pilota una leggenda del motorsport, ma ha anche avuto un proprietario che definire controverso è forse riduttivo. Vi diremo tra un attimo di chi si tratta. La RSR 3.0 è una versione da competizione della 911 prima serie, protagonista della International Race Of Champions organizzata da Roger Penske nel 1974.

Porsche 911 RSR 3.0: a chi apparteneva l’esemplare all’asta?

Il sito d’aste Collecting Cars ha messo in vendita una delle 15 911 RSR impiegate nella serie IROC. Questo campionato metteva alla prova gli assi della Formula 1, della IndyCar, della NASCAR e della Can Am, i quali si sfidavano sulle pista di mezza America su vetture tutte uguali. L’esemplare in questione era quello nelle mani di Emerson Fittipaldi, il quale corse nella serie in veste di “rappresentante” della F1. Al termine della carriera nella IROC, Roger Penske stesso acquistò la macchina per poi rivenderla al pilota privato John Tunstall, il quale la impiegò per correre nella serie IMSA. La vettura conta partecipazioni alla 24 ore di Daytona e alla 12 ore di Sebring. Tunstall la rivendette poi ad un altro cliente sportivo, che si chiamava Pablo Escobar. Si, avete capito bene: parliamo di quel Pablo Escobar, il capo del più celebre cartello della droga di sempre, il Cartello di Medellin! Escobar, che grazie ai proventi del narcotraffico era diventato il nono uomo più ricco del mondo, acquistò la RSR per correrci nella natia Colombia, non prima di averla fatta modificare per farla assomigliare ad una 935. L’auto ritornò negli USA negli anni 90, dove fu riportata all’aspetto originario. Nel 2007 la RennGruppe Motorsports in North Carolina l’ha restaurata completamente, ripristinando le specifiche di fabbrica. L’attuale proprietario, prima di metterla in vendita, l’ha esibita in diversi concorsi, e l’ha portata al celebre Porsche Rennsport Reunion di Laguna Seca nel 2011.


Una Porsche 911 GT2 RS da record al Nurburgring (video)


Com’è fatto il bolide di “El Patron”

All’asta di Collecting Cars, la Porsche RSR viene proposta con l’equipaggiamento originale. La vernice Sahara Beige era tipica delle vetture che gareggiavano nella IROC. La meccanica parte da il sei cilindri boxer di 3 litri, ad aste e bilancieri, con cambio a cinque marce. Lo spoiler posteriore, tipico della RSR, era regolabile su più posizioni, per consentire al pilota una maggiore personalizzazione. L’abitacolo spoglio, le cinture di sicurezza da corsa ed il roll bar sono accessori di fabbrica, così come i cerchi Fuchs neri a cinque razze. Le decalcomanie sono una riproduzione di quelle della vettura in configurazione IROC, la quale comprendeva anche i coperchi neri per i fari. Le finiture mostrano i segni del tempo, ma non sono usurati. La Porsche di Escobar sta andando bene, con l’ultima offerta che supera di poco gli 850 mila dollari. L’asta si chiuderà tra due giorni, l’8 ottobre. V’interessa?


Link dell’asta