Porsche 911 GT3: dal motorsport con furore

Presentata oggi la settima generazione della versione estrema, strettamente derivata dai modelli da competizione

0
399
nuova porsche 911 gt3

Dopo le molte anticipazioni, arriva finalmente il momento di scoprirla. La Porsche presenta oggi la nuova versione della 911 GT3, la più estrema e corsaiola della gamma della sportiva più famosa del mondo. Dotata di un design massiccio e aggressivo, seppur funzionale, la settima generazione della GT3 eroga 510 CV, tutti aspirati. La casa di Weissach, infatti, non ci pensa nemmeno di convertirla al turbo, per renderla più emozionale (e guadagnare qualche concessione in più dai regolamenti GT). Questo e altri dettagli compongono questo favoloso bolide, nato dalle corse e per le corse: già lo scorso dicembre Porsche aveva tolto i veli alla 911 Cup, la quale deriva strettamente dalla GT3.


Porsche 911 GT3, appuntamento al 16 febbraio


Com’è la nuova Porsche 911 GT3?

La GT3 riprende il pianale della 992, che è più largo e lungo rispetto alla vecchia 991. Tuttavia, il lavoro certosino del reparto Motorsport ha fatto si che mantenesse lo stesso peso della generazione precedente. La versione a cambio manuale segna alla bilancia 1418 Kg, che salgono a 1435 nella versione a cambio PDK a doppia frizione. L’aspetto esteriore è legato alla funzionalità: le feritoie sul cofano anteriore (in fibra di carbonio) e l’enorme ala posteriore “a collo di cigno” (anch’esso in fibra di carbonio) sono elementi studiati per generare carico aerodinamico. Novità assoluta per il modello è la presenza di un diffusore anteriore regolabile su quattro posizioni, studiato appositamente per l’impiego in pista. Anche al posteriore c’è un diffusore, di tipo standard.

Motore da competizione

La 911 GT3 nuovo corso mantiene il motore 6 cilindri boxer da 4 litri, che vede la sua potenza aumentare a 510 CV. Il propulsore è identico a quello della 911 GT3R, la vettura con cui Porsche compete nei campionati riservati alle FIA GT3. Cambiano solo lo scarico e la centralina, per il resto tutto uguale. Il cambio è manuale oppure il PDK a doppia frizione, mutuato dalla 992 “tranquille”. Entrambi hanno sette rapporti, modificati e ravvicinati per renderli più adatti alla pista. Parlando di performance, la casa dichiara una velocità massima di 318 Km/h (che salgono a 320 Km/h con il cambio manuale), ed un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in 3.4 secondi. Sul vecchio Nurburgring, la vettura ha girato in 6:59,927, divenendo la prima auto a motore aspirato a scendere sotto i sette minuti al Nordschleife.

Nuova Porsche 911 GT3, pronta per la pista

Il legame con le corse lo si vede anche dalle sospensioni. Dalla 911 RSR, che corre la 24 ore di Le Mans, la GT3 stradale ha mutuato l’inedito schema delle sospensioni anteriori, a doppio braccio oscillante. E’ una novità assoluta sulla 911 omologata, che garantisce maggiore tenuta in curva, meno sottosterzo e la possibilità di montare ruote più larghe. Anche l’interno tradisce l’ispirazione racing, con sedili profilati ed un cruscotto che, premendo un pulsante, mostra sugli schermi le informazioni utili per l’impiego nei track day. Se poi si vuole osare, Porsche include come opzione il pacchetto Clubsport, che include il rollbar ed i sedili da corsa, con tanto di cinture di sicurezza a sei punti.


Porsche svela la nuova 911 GT3 Cup


La Porsche 911 GT3 costerà 172.587 Euro, con le consegne che partiranno da maggio.