Pommes de Claire e la moda senza tempo

0
851

di Antonietta Bonanno @MyVintageCurves

Mi sono innamorata di Pommes de Claire durante una fiera di settore, attratta dalla forma particolarissima della “giacca pinguino” e dal suo splendido interno splendidamente foderato.


Chiara Salvioli grafica pubblicitaria, sarta e modellista, ideatrice di Pommes de Claire, disegna a mano libera. Usa i pastelli e butta giù idee come fumetti. Si lascia trasportare da suggestioni infantili, da miti e favole. Non a caso il logo di Pommes de Claire è una mela, oggetto simbolico che ricorre spesso nella storia dell’uomo: da Adamo ed Eva, passando per Newton, Guglielmo Tell, Biancaneve e la Apple, la mela rappresenta un incastro magico.
Gli abiti del marchio guardano perciò al futuro senza però dimenticare la sapienza sartoriale antica che ha permesso alla moda italiana di affermarsi nel mondo.
Puliti e lineari, caratterizzati da una studiata semplicità, ricordano però la ricercatezza delle linee classiche ed hanno un’allure retro che si colloca nella sfera di uno stile senza tempo, ironico e fiabesco, ma nello stesso tempo contemporaneo.
La nuova collezione Evergreen accentua, fin dal titolo, questa volontà di creare abiti che siano senza tempo. I colori, i prodotti naturali, il riciclo di stoffe dimenticate e le forme, tutto è pensato per una donna che non perde di vista la concretezza e che si identifica in una moda etica ed utile, in cui i capi di abbigliamento non devono mai perdere la loro funzione, rispondendo ai requisiti di unicità e durata nel tempo. Essere, in una parola, sempreverdi.