Polonia – Vanno testa a testa i due candidati alle presidenziali tra Duda e Trzaskowski per i sondaggi

0
249

Nel primo turno delle elezioni presidenziali Andrzej Duda ha vinto con Rafał Trzaskowski un vantaggio di oltre 13 punti percentuali, ma i sondaggi di opinione prima del secondo turno dimostrano che ciò non significa necessariamente che verrà rieletto.

Gli ultimi 22 sondaggi che mostrano sostegno nel secondo turno delle elezioni presidenziali sono un pareggio perfetto tra Rafał Trzaskowski e Andrzej Duda

Gli ultimi sedici giorni sono abbondati in sondaggi che mostrano l’equilibrio di potere nel secondo turno delle elezioni presidenziali. Vi erano ben 22 studi di questo tipo: Trzaskowski si comporta molto bene in questi, considerando il fatto che nel primo turno ha dovuto riconoscere la decisa superiorità di Andrzej Duda. Su 22 sondaggi, il presidente di Varsavia vince in dieci, in dieci il capo dello stato è in testa e due scontri si concludono in parità.

Per Trzaskowski, la svolta fu la settimana del 15-22 giugno. Fu allora che iniziò a vincere regolarmente le battaglie del sondaggio nel secondo turno con il candidato della United Right. Degli otto studi pubblicati all’epoca, Trzaskowski vinse in quattro, Duda in due e un pareggio in altri due. All’inizio del secondo turno, il candidato della Coalizione Civica ha vinto solo il sondaggio PBS commissionato dall’Università di Scienze sociali e umanistiche – Trzaskowski ha trionfato in un rapporto dal 57 al 43 percento. – Tuttavia, i risultati di questo studio dovrebbero essere tenuti a distanza, perché il campione di ricerca era piccolo (713 persone) e gli intervistati erano solo utenti di Internet.

La settimana del 15-22 giugno è stata per il presidente Duda il momento clou della crisi di sostegno della campagna . Il capo dello stato ha perso il suo vantaggio rispetto ai candidati dell’opposizione nel secondo turno, mentre in studi che mostravano supporto prima del primo turno, Duda si è bilanciata al confine del 40 percento. Voti. Tutto indicava che se la tendenza fosse continuata, la differenza di sostegno a Trzaskowski e Duda il 28 giugno potrebbe essere insignificante.

Solo che lo staff del presidente in carica è riuscito a invertire la tendenza negativa nell’ultima campagna consecutiva . Un totale di dodici sondaggi sul secondo turno hanno visto la luce del giorno nella settimana del 22-28 giugno. Il presidente Duda ha vinto in sette, Trzaskowski – in cinque. Inoltre, il candidato della United Right ha stabilizzato la situazione con il supporto nel primo turno, come confermato la sera del 28 giugno. Duda ha terminato il primo round con un risultato del 43,5 percento e il suo principale rivale – 30,46 percento. Pertanto, entrambi hanno ottenuto risultati leggermente superiori alla media del sondaggio (i primi sondaggi) dall’ultima settimana prima del voto.

Perché una tale svolta e l’uscita diretta del presidente Duda? Le risposte dovrebbero essere viste in uno di tre fattori. La prima è la visita del presidente polacco a Washington e un incontro con il suo omologo americano Donald Trump. Il secondo è un riassunto di Trzaskowski nel Masurian Sorkwity per quanto riguarda la votazione sulla riduzione dell’età pensionabile nel precedente mandato del Sejm. L’opponente e i media a sostegno del governo non hanno lasciato un filo secco su Trzaskowski, mentre analisti e commentatori hanno convenuto che era l’unico, ma molto serio, viaggio del presidente della capitale nella sua campagna. Infine, fattore numero tre: elevata affluenza alle urne e mobilitazione effettiva dell’elettorato del “buon cambiamento” da parte del presidente Duda.

Dopo l’annuncio dei risultati del secondo turno, sono comparsi solo due sondaggi – IBRiS per Wirtualna Polska (pubblicato il 29 giugno) e Social Changes per (1 luglio) – che illustra il supporto di due contendenti per il presidente presidenziale. Nel primo di questi, Trzaskowski (dal 48,1 al 45,6 percento) è il primo, mentre nel secondo Duda (dal 48 al 43 percento).

incorporare

È interessante notare che, tra i 22 sondaggi citati in soli due, il vincitore ha ottenuto un vantaggio sulla sconfitta che ha superato il valore dell’errore statistico (3 punti percentuali). Questo è il sondaggio IPSOS per OKO.press (24 giugno), in cui Trzaskowski sconfigge Duda dal 47 al 43 percento, e il già citato sondaggio sui cambiamenti sociali per wPolityce.pl, in cui il capo di stato in carica vince con il presidente di Varsavia dal 48 al 43 percento.

Tali differenze minime tra i candidati mostrano che, sebbene il favorito per vincere il 12 luglio sia Andrzej Duda , è assolutamente impossibile grattare il candidato della Coalizione Civica. Ogni voto conta e l’affluenza avrà un ruolo chiave. Come politologo prof. Rafał Chwedoruk dell’Università di Varsavia, “Questa è la prima campagna elettorale da molto tempo in cui possiamo tranquillamente dire che nulla è una conclusione scontata. Trzaskowski non è un favorito, ma non può essere cancellato. A sua volta, Duda è un favorito, ma lui e PiS per la prima volta dopo il 2015 ha motivo di sentire davvero la minaccia del fallimento “.

Guarda il video. In che modo Rafał Trzaskowski intende sollecitare il sostegno dell’elettorato di presidente di Varsavia? Borys Budka, presidente di Platforma Obywatelska, ne ha parlato nel Morning Talk di gazeta.pl

Commenti