Più di mille vigili del fuoco stanno combattendo per controllare gli incendi nel centro del Portogallo che hanno costretto ad evacuare dei paesi, in una regione in cui decine di persone sono state uccise nel 2017 da incendi. Alimentati da forti venti, i fuochi si sono diffusi in tre direzioni sabato pomeriggio e sei regioni del Portogallo centrale e meridionale sono state poste al livello massimo di allarme antincendio.

Secondo il sito web della Protezione civile, i pompieri sono impegnati ad affrontare tre incendi nella regione montuosa e boscosa di Castelo Branco, a 200 chilometri a nord di Lisbona. Circa 20 elicotteri e aeroplani sono coinvolti negli sforzi per spegnere le fiamme.

Un civile che ha subito gravi ferite, è stato evacuato in elicottero a Lisbona. Altre tre persone sono rimaste ferite che la loro autopompa si è scontrata con un’altra.

L’esercito ha detto in una dichiarazione che ha inviato venti soldati e macchinari per aprire delle vie “per facilitare l’accesso” ai pompieri. La protezione civile ha informato che diverse autostrade nazionali sono state chiuse e un numero di villaggi nella regione sono stati evacuati per precauzione. Belo Costa ha detto che spera di avere i tre fuochi sotto controllo entro questa mattina.

In un messaggio il presidente Marcelo Rebelo de Sousa ha espresso la sua “solidarietà con le centinaia di vigili del fuoco che combattono il flagello degli incendi”. Il Portogallo è ancora traumatizzato dalla morte di dozzine di persone in enormi incendi nel 2017.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here