Più cattolici nel mondo: le stime del Vaticano

0
294
crescono cattolici nel mondo

I Numeri divulgati emergono dall’ Annuario Pontificio 2021 e dall’Annuarium Statisticum Ecclesiae 2019 curati entrambi dall’ufficio di Statistica della Chiesa e pubblicati dalla Tipografia Vaticana. Proprio in questi giorni i volumi si possono trovare nelle librerie. Si tratta di 1 miliardo e 345 milioni di cattolici nel mondo al 31 dicembre 2019. La crescita registrata alla fine del 2019 si aggira intorno al 17,7%. Facendo i conti su una popolazione di 7miliardi e 700 milioni a fine 2019, è un numero importante quello registrato dalla Chiesa Cattolica tenendo conto che nel mondo ci sono 10.000 diversi tipi di religioni.

Analizziamo la crescita dei cattolici nel mondo per ogni continente interessato

I dati indicativi del biennio 2018 /2019 indicano che i cattolici sono aumentati del 3,4% in Africa, dell’1,3% in Asia, dell’1,1% in Oceania e dello 0,84% in America. L’Europa, invece, registra un calo di fedeli. Numeri interessanti anche sulla crescita dei prelati nel mondo. Le Circoscrizioni Ecclesiastiche nel globo terrestre sono 3.026 e alla fine del 2019 risultavano 5.364 vescovi, dei quali il 68,8% solo in Europa e America. I Numeri dicono che nello stesso periodo in Asia erano il 15,2%, in Africa il 13,4%, in Oceania il 2,6%.


Papa incontra Premier ucraino: di cosa hanno discusso?


Aumento di cattolici nel mondo ma i sacerdoti ci sono per tutti questi fedeli?

Le stime dicono che la proporzione fedeli-sacerdoti sono poco equilibrate, dato che ci sono sempre meno vocazioni, seppur aumentano i sacerdoti. Vediamo nel dettaglio. Nel biennio in questione è cresciuto il numero dei sacerdoti attestandosi a 414.336,271 in più del biennio precedente. Il numero maggiore si registra in Africa 3,45% in più e in Asia 2,91% in più. L’Oceania è stabile alle stime passate quindi conferma il suo 1,1%. In Europa i sacerdoti sono scesi al 40,6% nel periodo in questione e se teniamo conto che solo il 28,9% lo registrano Africa ed Asia assieme sembra poco per il continente della Santa Sede.

Diminuiscono le vocazioni, un dato che preoccupa la Chiesa?

Certo se le vocazioni continuano a calare non serve per la chiesa avere tanti fedeli, mancherebbe l’intermediario tra loro e Dio! Nel 2019 è sceso a 114.058 il numero dei candidati al sacerdozio, contro i 115.880 del 2018, la flessione registrata è stata dell’1,6%. É l’Asia ad avere il numero più alto di seminaristi 33.821, seguito dall’Africa con 32.721, al terzo posto l’America con 30.664, poi l’Europa con 15.888 ed infine l’Oceania con 964. Tra i laici invece cresce la voglia di diaconato, si è registrato un aumento del 1,5% nel periodo in esame. In diminuzione anche i religiosi professi, i frati, nel 2019 sono stati registrati in 50.295 mentre nel 2018 erano 50.941. L’Europa e l’America risultano sempre le aree con più religiosi professi. Le religiose professe invece, le suore, anch’esse in diminuzione passano da 641.661 del 2018 a 630.099 nel 2019.

 

Commenti