Pitti immagine filati: qualità dei tessuti e sostenibilità

Al salone che sarà aperto fino all'1 luglio partecipano 114 espositori.

0
302
Pitti immagine filati
Maurizio Vetrugno, Wild Life Wild Heat, Installation view, Credits: AKAstudio-collective

Il volto di una bella donna con un copricapo realizzato a tricot accoglie i visitatori del Padiglione centrale dell’esposizione Pitti immagine filati. Un lavoro inedito di Maurizio Vetrugno che mette in relazione la qualità dei materiali alla cultura Pop. L’opera è infatti collegata al tema del salone fiorentino, la vegetazione rigogliosa dell’isola che evoca la naturalità dei tessuti.


Maurizio Vetrugno e il teatro a Pitti filati


Quante aziende partecipano a Pitti immagine filati?

I marchi che sono presenti al salone sono 114, 18 esteri; Donegal yarns, Inca Tops, Michell, Olimpias Group, Sophie Steller e anche Perino by Woolyarns. Il percorso e l’allestimento dell’esposizione hanno il filo conduttore di INTOTHEWILD che nello spazio ricerca diventano progresso e performance, presentando quindi le tendenze autunno/inverno 2023-24. L’evento ha il sostegno di UniCredit che supporta il comparto fashion e i procedimenti sostenibili.

Il progetto Indingo Eden

Alessio Berto propone a Pitti Immagine filati una capsule collection che trae spunto dalle culture primitive e dal loro rapporto con la Terra. Indingo Eden nasce da un’idea di scambio intergenerazionale e inter-artistico che pone attenzione ai metodi di produzione dei tessuti e al riciclo dei materiali.

Il contest FEEL THE GREEN

Domani, 30 giugno alle 17 una giuria di esperti premierà i cinque finalisti del concorso organizzato dal Consorzio promozione filati. L’iniziativa affronta il tema della produzione che rispetta l’ambiente e i lavoratori, garantendo dunque procedimenti sicuri e equi. In programma anche un incontro con Francesca Rulli CEO di Process Factory.

WILD LIFE WILD HEAT a Pitti immagine filati

Il connubio tra moda e arte trova quindi al salone allestito alla Fortezza da Basso un interessante presentazione. I pannelli con i volti e le modelle riprodotte da Maurizio Vetrugno sono in relazione a tessuti prodotti da brand noti del settore. In un lavoro l’artista ha realizzato delle maschere del teatro di Bali il cui cerimoniale può ricordare i procedimenti di creazione di filati.