Piove sempre di più e sempre più forte: anche 200mm in 60 minuti

0
246
Piove sempre di più

Una cosa è certa: i temporali di adesso non sono più quelli di una volta. Piove sempre di più e sempre più forte: anche 200mm in 60 minuti

Viviamo una sorta di accelerazione del meteo estremo. Le precipitazioni attuali sono molto più violente rispetto al passato, e si sono incrementate in molte zone del Pianeta, battendo innumerevoli record orari di pioggia. Ormai la situazione è a tal punto da considerare l’idea di doversi tenere pronti a un futuro basato sulle inondazioni.

Gli Stati Uniti mostrano da sempre le più evolute attenzioni in ambito meteo, e affrontano questa novità con ricerche di alto livello scientifico.

Gli studi indicano che l’area sud-ovest degli USA è l’unica zona che segna un calo degli avvenimenti associati ad un incremento dell’intensità dei nubifragi. In ogni caso anche qui si sono manifestati degli eventi atmosferici di considerevole avversità durante la stagione delle piogge.

Alcuni in particolare hanno avuto una portata così disastrosa, da provocare addirittura la morte di una decina di persone della medesima famiglia, che stavano trascorrendo delle ore liete festeggiando un compleanno prima della tragedia.

Gli eventi estremi, concentrati in tempi molto stretti, hanno causato anche l’alluvione tra la Liguria ed il Piemonte, con record di pioggia. Ma anche in Italia, sempre più di frequente, abbiamo osservato questa novità.

Le precipitazioni sono più potenti: quali sono le cause?

Gli studiosi dell’atmosfera sostengono che le motivazioni sono dovute dal fatto che l’aria si presenta molto più calda. Pertanto, trattiene molto più vapore acqueo rispetto all’aria maggiormente fredda.

Inoltre, il rilascio di gas serra che imprigiona il calore all’interno dell’atmosfera ha contribuito considerevolmente a far aumentare la temperatura media in quasi tutto il Pianeta, mostrando eventi meteo inediti in varie occasioni.

La crescita rapida della temperatura ci mostra i cambiamenti, e genera preoccupazione. Questa fa evaporare un quantitativo superiore di acqua dai terreni e dagli Oceani, trasformandola in vapore acqueo, quindi nubi.

Quest’ultimo denota che c’è più umidità a disposizione per la condensazione in gocce d’acqua, nel momento in cui le circostanze sono ideali per la creazione delle precipitazioni.

Quindi quando c’è un maggior carico di umidità, e altre condizioni, comportano anche una situazione ideale per eventi di pioggia molto più intensa, ma anche una grande quantità di neve durante l’inverno.

Uragano Apollo a Sud Italia: i primi effetti della tempesta tra Sicilia e Calabria

Le meraviglie invernali d’Europa: la neve

Ragioniamo insieme: autunno estremo, sarà estremo anche l’inverno?

Le implicazioni delle forti piogge

Nel momento in cui la pioggia non rientra più nella normalità ma diventa eccessiva, causa effetti dannosi sia alla natura che alle persone.

La rapidità di caduta della pioggia non consente il suo assorbimento nel terreno. Ecco perché ciò aumenta il pericolo d’inondazioni e di sgretolamento del suolo. Un ulteriore rischio riguarda le varie infrastrutture idriche di raccolta delle acque urbane, che risultano vanno in crisi, non riuscendo a incanalare l’acqua ed ecco che le città si allagano più di frequente rispetto al passato.

Ne consegue che con precipitazioni più violente aumenti il rischio per le persone, quindi le città, le strade. L’uomo corre maggiori rischi rispetto al passato durante gli eventi piovosi maggiori, essendo questo più frequentemente intensi.

Cosa fare per tutelarsi dalle inondazioni

Come prima cosa è fondamentale capire quando il pericolo è a livello locale. Per esempio, informarsi su alcune nozioni concernenti la zona dove si abita: la quantità di precipitazioni che rientrano nella normalità nel punto in cui vivete e se vi trovate in una parte soggetta ad allagamenti durante una pioggia di poco più intensa rispetto al normale.

Grazie a tali informazioni potrete anticipare il pericolo d’alluvione individuale, prima che il tempo inizia a peggiorare. Per comprenderci meglio, se un’area si allaga facilmente quando cadono 50 millimetri di pioggia in 60 minuti, ne cadessero 100 millimetri, vi potreste trovare in pericolo. Ma ormai vediamo sempre più spesso, eventi pluviometrici fin sino i 200 millimetri in soli 60 minuti, e su questi il rischio per le persone è altissimo.

Un procedimento aggiuntivo importante è quello di fare un’assicurazione contro le inondazioni per le vostre attività, abitazioni, al fine di non andare in rovina nel caso in cui si dovesse abbattere un’alluvione lampo.

Fonte: Meteo Giornale