Pieve di Cento (Bologna) – Arrestato uomo dopo aver sferrato un pugno

Sferra un pugno alla moglie e le urla: "Comunista, viva il duce".

0
260

L’episodio a Pieve di Cento (Bologna). L’uomo aveva dei precedenti per reati contro la persona e droga.

Durante una lite domestica ha sferrato alla moglie, 41enne moldava, un pugno alla nuca. Poi, all’arrivo dei carabinieri, l’uomo, 39 anni, di Pieve di Cento (Bologna), è andato fuori di sé, urlandole contro frasi come “comunista di m.., non sei italiana, non hai il permesso di soggiorno” e “viva il Duce”, indicando un busto raffigurante Benito Mussolini.

Per la vittima 4 giorni di prognosi

Il 39enne, con precedenti per reati contro la persona e in materia di droga, è stato riportato alla calma dai militari che lo hanno ammanettato e condotto in caserma. La donna, invece, è stata trasportata al pronto soccorso e medicata alla testa con una prognosi di quattro giorni. Su disposizione della Procura di Bologna, il 39enne è stato poi portato in carcere.

Commenti