Pierpaolo Sileri sui certificati e richieste di tamponi

0
218

Il nostro Paese sembra finalmente vedere la fine di questo periodo così buio dato dal Covid. Finalmente i contagi e le vittime stanno diminuendo, le terapie intensive degli ospedali continuano ad avere sempre meno ricoverati e la campagna vaccinale prosegue a gonfie vele. Molti italiani continuano a prenotarsi per l’inoculazione del vaccino e così la fase di immunizzazione continua a procedere. Pierpaolo Sileri si è espresso sui certificati e tamponi.


Africa: vaccini e istruzione la chiave di volta del futuro


Cosa ne pensa Pierpaolo Sileri sui certificati e i tamponi?

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ha espresso la propria opinione in merito ai certificati e alle richieste di tamponi per verificare la positività o negatività. Secondo Sileri non sarà più necessario richiedere tali test, quando si arriverà ad aver immunizzato il 50% della popolazione. La campagna vaccinale sotto la guida del Generale Figliuolo procede a gonfie vele. Tantissimi i giovani che si sono prenotati per la prima dose del vaccino e tanti gli adulti che hanno già ottenuto la seconda inoculazione.

Durante un intervento a Rai Radio 1, Sileri ha detto che non sarà necessario richiedere un tampone se si sarà stati a contatto con persone già vaccinate con entrambe le dosi. Il tampone potrà essere richiesto se non si è ancora stati vaccinati. Sileri comunque è ottimista e punta ad arrivare all’80% di immunizzati entro la fine dell’estate: “Ora in Italia le persone attualmente vaccinabili sono circa 54 milioni. Ottenere l’80% delle persone vaccinabili nella popolazione adulta più la fascia tra i 12 e i 18 anni, significa aver raggiunto la protezione di comunità. La raggiungeremo. E’ chiaro che purtroppo ci sarà qualcuno che non vuole vaccinarsi e dovremo aiutarlo convincendolo, senza alcun obbligo, della bontà dei vaccini. Ma sono abbastanza sicuro che per fine luglio avremo questa percentuale che ha ricevuto almeno la prima dose e per settembre, massimo ottobre si completerà il ciclo vaccinale”.