Piante: stiamo perdendo due quinti delle specie

Stiamo perdendo due quinti delle specie di piante esistenti. Nuove specie appena scoperte e catalogate potrebbero già essere prossime all'estinzione .

0
421
piante

Gli scienziati stanno correndo a velocità folli per dare un nome e descrivere nuove specie di piante prima che si estinguano.

Secondo un recente studio i due quinti delle specie vegetali sono a rischio estinzione.

Diverse specie stanno scomparendo a causa di cambiamenti climatici e della distruzione dei loro habitat e tra queste molte sarebbero decisamente utili nel campo medico, dell’alimentazione e per il loro uso come biocarburanti.

Il potere che piante e funghi hanno è immenso e gli utilizzi possibili sono molteplici. Ma soltanto una piccolissima parte delle specie potenzialmente idonee per i nostri usi viene contemplata.

Leggi anche:

Specie di piante conosciute ma ignorate

Basti pensare che sono circa 7000 le specie commestibili mentre per la nostra alimentazione ne usiamo appena una manciata.

Inoltre esistono circa 2500 piante che potrebbero fornire energia a milioni di persone in tutto il mondo come biocarburante. Ma solo sei colture (ovvero mais, canna da zucchero, soia, olio di palma, colza e grano) impieghiamo per questo scopo.

Nel frattempo, soltanto nel 2019,abbiamo scoperto 1942 piante e 1886 funghi. Tra queste specie molte potrebbero essere preziose come alimenti, bevande, medicinali o fonte di fibre.

Una perdita che non possiamo permetterci

Gli scienziati stimano che il numero di specie a rischio di estinzione potrebbe essere molto più alto di quanto stimato in precedenza. Ammonta al 39,4% la parte di specie di piante vascolari a rischio di estinzione, rispetto al 21% stimato nel 2016.

Perdere tutte queste specie vegetali non è assolutamente cosa buona. Non possiamo perdere questo incredibile patrimonio che per giunta potrebbe salvare diverse vite.

Ben 723 sono le piante utilizzate in medicina che oggi sono a rischio di estinzione, con un eccesso di raccolto in alcune parti del mondo. A queste importanti specie se ne aggiungono molte altre, non ancora utilizzate in campo medico, oltre a quelle ancora da scoprire ma che potrebbero già essere estinte.

Commenti