Pet Playlists: Spotify lancia la musica per gli animali domestici

0
236
È disponibile Pet Playlists di Spotify.

Ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le…specie. Spotify ha introdotto un nuovo servizio dedicato esclusivamente ai nostri amici animali: da oggi è possibile scaricare e avviare delle musiche dedicate non solo a cani e gatti, ma anche a uccellini, criceti e persino iguana. L’iniziativa si chiama Pet Playlists e si basa proprio sulla disponibilità online di colonne sonore, ma anche di messaggi rassicuranti e rilassanti rivolti alle suddette tipologie di animali per far sì che non si sentano troppo soli o stressati quando i rispettivi proprietari sono lontani dagli appartamenti.

L’azienda svedese che ormai da 14 anni offre online lo streaming on demand di copiosi brani musicali ha dunque deciso di rivolgersi anche a cani, gatti e quant’altro, e si tratta di una decisione presa non a caso (ovviamente) ma basata sui risultati di un sondaggio piuttosto dettagliato. Sembra, infatti, che il 74% dei cittadini della Gran Bretagna che possiedono in casa un animale, stiano ormai prendendo l’abitudine di fargli ascoltare costantemente della musica, in particolar modo quando devono uscire.

Spotify e la musica per animali domestici.

Basandosi su questo trend, Spotify ha realizzato la sua Pet Playlists, ossia una serie di canzoncine, musichette o brevi messaggi tranquillizzanti che sono in grado di aiutare gli animali domestici a combattere lo stress della solitudine casalinga. Quindi non si tratta di pezzi caricati a caso, ma legati ad un avveniristico algoritmo che offre una selezione legata sia alla specie prescelta che alle caratteristiche individuali dell’animale che vanno appositamente inserite al momento dell’accesso al servizio.

Pet Playlists: come funziona il servizio di musica per gli animali di casa

Il servizio è già ampiamente disponibile sul web. Per avviarlo, bisogna innanzitutto collegarsi all’apposito indirizzo spotify.com/pets. Fatto ciò, si deve cliccare sull’icona dell’animale che si possiede tra cane, gatto, uccello, iguana o criceto. Subito dopo è necessario indicare il carattere del proprio «amico», selezionando tra sereno, docile e fino a vivace. Infine si aggiunge qualche altra peculiarità ed una fotografia. A questo punto, gli algoritmi sono pronti per fare il proprio lavoro e per elaborare una specifica playlist che, una volta caricata, va semplicemente condivisa.

Come funziona Pet Playlists.

La società di Stoccolma ha spiegato che si è messa al lavoro per introdurre la sua Pet Playlists dopo aver appreso che, ad oggi, un proprietario di animali casalinghi su quattro fa risuonare in casa della musica che possa risultare gradita ai pet quando si ritrovano da soli tra le mura domestiche. Da un recente sondaggio, inoltre, risulta che il 42% degli intervistati ha dichiarato che i loro cani, uccellini, gatti e quant’altro sono in grado di riconoscere le note che gradiscono e che gli consentono di essere più rilassati.

Jay-Z su Spotify: ecco perché la sua musica è disponibile soltanto ora

Addirittura, un quarto del campione ha aggiunto di aver notato che, al suono di determinate canzoni, i propri animali da compagnia hanno preso a muoversi armonicamente come se stessero danzando. E così adesso è possibile scaricare dal web non solo le proprie musiche preferite, ma anche quelle che consentono a tutti i cari amici animaletti di provare un pizzico di sollievo quando devono attendere pazientemente che gli amati padroni di casa rientrino dalle loro uscite per lavoro o per diletto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here