Per le Città creative appuntamento carrarese a settembre

Fissate le date del “Creativity forum” a cui partecipano altre dieci realtà con riconoscimento Unesco

0
333
Città creative appuntamento carrarese
Un esempio dell'artigianato carrarese

L’arte e l’artigianato sono motori di sviluppo e fattori di crescita culturale. Per i rappresentanti delle Città creative appuntamento carrarese per pensare a progetti di rigenerazione economica e sociale. L’evento si svolgerà dal 24 al 26 settembre.


Biella Città creativa Unesco per il tessile


Per le Città creative appuntamento carrarese da segnare sul calendario?

Il “Creativity forum” è un momento di confronto sulle modalità di crescita dei centri che hanno il riconoscimento Unesco. Infatti, i borghi che si contraddistinguono per alcune attività possono puntare su modelli di sviluppo sostenibili, tutelando l’identità locale. Gli Enti di Carrara sta lavorando ad azioni che mettano in primo piano l’artigianato, promuovendo buone pratiche di progresso.

La lavorazione del marmo e Carrara

Il centro è entrato nel network delle Città creative Unesco con un progetto di valorizzazione dell’artigianato locale. I procedimenti di lavorazione, la tecnica con cui le maestranze lavorano il marmo sono quindi un valore aggiunto per il borgo. Enti ed Istituzioni coinvolte nell’iniziativa si sono poi focalizzate sugli usi del materiali nel design e nell’arredo urbano. Il paese toscano fa parte del gruppo dal 2017 e intende diventare un laboratorio di iniziative attorno alla produzione lapidea.

“Creativity forum” e il modello Carrara

La città ha investito nella propria originalità, negli aspetti che la connotano e la differenziano. L’organizzazione del “Creativity forum” nel borgo è un passo importante nella costruzione dell’immagine che i promotori vogliono trasmettere. Il centro toscano è un luogo di sperimentazione e ideazione, in cui nascono e si concretizzano progetti. All’incontro di settembre parteciperanno altre 10 località che fanno parte del network. Saranno quindi presenti: Alba, Bergamo, Parma, Biella, Fabriano, Bologna, Pesaro, Milano, Roma e Torino. I rappresentanti lavoreranno alla stesura di un documento strategico, la Carta di Carrara. La definizione delle linee guida riguarda lo sviluppo sostenibile attraverso l’artigianato. Pertanto l’artista e le maestranze diventano i fautori della trasformazione urbana post pandemia. L’incontro diventerà poi un appuntamento fisso per i componenti del gruppo Unesco.