Pentagono: nuovi video ufficiali degli UFO

0
695
Pentagono: nuovi video ufficiali degli UFO

Il Pentagono ha pubblicato ufficialmente tre brevi video che mostrano “fenomeni aerei non identificati”, probabilmente UFO, di una società privata.

LEGGI ANCHE: La pandemia ci sta preparando a vivere su Marte?

Cosa mostrano i video?

I video mostrano quelli che sembrano essere oggetti volanti non identificati. Durante le riprese ad infrarossi si muovono rapidamente. In due video i membri del servizio reagiscono meravigliati dalla rapidità con cui si muovono gli oggetti. Una voce ipotizza che potrebbe essere un drone.

La Marina aveva precedentemente riconosciuto la veridicità dei video nel settembre dello scorso anno. Li stanno ufficialmente rilasciando ora. Secondo il portavoce del Pentagono Sue Gough, lo stanno facendo “al fine di chiarire eventuali idee sbagliate da parte del pubblico sul fatto che il filmato che circola fosse o meno reale, o se ci sia o meno altro nei video”.

“Dopo un’attenta revisione, il dipartimento ha stabilito che il rilascio autorizzato di questi video non classificati non rivela alcuna capacità o sistema sensibile”, ha dichiarato Gough in una nota. “Non ostacola le successive indagini sulle incursioni dello spazio aereo militare da parte di persone non identificate fenomeni aerei “.

La Marina ora ha linee guida formali su come i suoi piloti possono riferire quando credono di aver visto possibili UFO.

To The Stars Academy of Arts & Sciences

I video della Marina sono usciti per la prima volta tra dicembre 2017 e marzo 2018 da To The Stars Academy of Arts & Sciences, una compagnia co-fondata dall’ex musicista dei Blink-182 Tom DeLonge. Ha affermato di studiare informazioni su fenomeni aerei non identificati.

Nel 2017, uno dei piloti che ha visto uno degli oggetti non identificati nel 2004 ha detto alla CNN che si muoveva in modi che non poteva spiegare.

“Mentre mi avvicinavo … accelerò rapidamente a sud e scomparve in meno di due secondi”, ha dichiarato David Fravor, pilota della Marina statunitense in pensione. “Questo è stato estremamente brusco, come una pallina da ping pong, che rimbalza contro un muro. Colpirebbe e andrebbe dall’altra parte.”

Un caso chiuso

Il Pentagono ha precedentemente studiato registrazioni di incontri aerei con oggetti sconosciuti come parte di un programma classificato da allora chiuso. Il programma era iniziato nel 2007 e si è concluso nel 2012. Gli studiosi hanno valutato che c’erano priorità più elevate che avevano bisogno di finanziamenti.

Tuttavia, Luis Elizondo, ex capo del programma classificato , ha dichiarato alla CNN nel 2017 di ritenere personalmente che “ci sono prove molto convincenti che potremmo non essere soli”.

“Questi velivoli – li chiameremo velivoli – mostrano caratteristiche che non sono attualmente nell’inventario degli Stati Uniti né in alcun inventario straniero di cui siamo a conoscenza”, ha detto Elizondo di oggetti che hanno studiato.

Reid ha twittato lunedì di essere “contento” che il Pentagono abbia pubblicato ufficialmente i video, ma che “graffia solo la superficie della ricerca e dei materiali disponibili. Gli Stati Uniti devono guardare seriamente e scientificamente a questa e alle eventuali implicazioni per la sicurezza nazionale”.

Commenti