Pence contro Trump: “Non potevo ribaltare elezioni”

0
395
Pence contro Trump

L’ex vicepresidente americano Mike Pence ha risposto alle critiche lanciate da Donald Trump. Nei giorni scorsi, Trump aveva affermato che Pence avrebbe potuto ribaltare l’esito delle elezioni. Ora, Pence ha ribattuto: “Il presidente Trump si sbaglia. Non avevo il diritto di ribaltare le elezioni”. È la prima volta che Pence, un possibile candidato alle elezioni presidenziali del 2024, prende posizione contro Trump. Le critiche contro Trump potrebbero complicare il suo percorso verso la nomina, se dovesse candidarsi, in quanto sembra che Trump sia ancora popolare tra gli elettori repubblicani.

Pence contro Trump: cos’è successo?

Nei giorni scorsi, l’ex presidente americano Donald Trump ha affermato che l’allora vicepresidente Mike Pence avrebbe potuto ribaltare i risultati delle elezioni presidenziali. Ora, Pence ha rotto il silenzio e ha risposto a Trump. “Ci sono alcuni nel nostro partito che credono che come presidente della sessione congiunta del Congresso, io possedessi l’autorità unilaterale di rifiutare i voti del Collegio Elettorale. E questa settimana ho sentito che il presidente Trump ha detto che avevo il diritto di rovesciare le elezioni. Il presidente Trump si sbaglia. Non avevo il diritto di ribaltare le elezioni”, ha affermato l’ex vicepresidente durante un evento della Federalist Society in Florida. “La presidenza appartiene al popolo americano e solo al popolo americano. Francamente, non c’è quasi idea più antiamericana dell’idea che chiunque possa scegliere il presidente americano. Secondo la Costituzione, non avevo il diritto di cambiare l’esito delle nostre elezioni. E Kamala Harris non avrà il diritto di ribaltare le elezioni quando vinceremo nel 2024″, ha aggiunto Pence.

La risposta di Trump

Non si è fatta attendere la risposta di Trump. In una lunga dichiarazione, il tycoon ha affermato che lui ha detto le verità e che Pence aveva il potere di rifiutare l’esito delle elezioni a causa di “irregolarità” dei risultati. “Ecco perché i Democratici e i RINO stanno lavorando febbrilmente insieme per cambiare la stessa legge che Mike Pence e i suoi inconsapevoli consiglieri hanno usato il 6 gennaio per dire che non aveva scelta. Se ci sono frodi o irregolarità su larga scala, sarebbe stato opportuno rimandare quei voti alle legislature per capirlo. Una grande occasione persa, ma non per sempre, nel frattempo il nostro Paese va all’inferno!”, ha detto Trump in una nota.


Leggi anche: Trump punta ad essere riletto nel 2024