Pena di morte per stupro: ecco in quali paesi è prevista

Questa settimana in Bangladesh, è stata approvata la pena di morte per stupro. In quali altri paesi è prevista?

0
3034
pena di morte per stupro

Martedì il Bangladesh ha approvato la pena di morte per stupro. La decisione è arrivata dopo numerose proteste nazionali per un presunto stupro di gruppo. Durante la settimana infatti, è girato un video online che ritrae un gruppo di uomini che aggredisce sessualmente una donna. In Bangladesh i crimini sessuali sono davvero molto frequenti. Soltanto nei primi 9 mesi del 2020, ce ne sono stati circa 1.000. Un quinto di questi sono stati stupri di gruppo.

La pena di morte per stupro e i paesi in cui è prevista

Inizialmente, in Bangladesh la pena di morte era limitata a coloro che commettevano degli omicidi a sfondo sessuale. Il ministro della Giustizia Anisul Huq ha deciso di ascoltare le proteste e la pena di morte per stupro è stata approvata. In base al nuovo emendamento, chiunque sia stato condannato per aver violentato una donna o un bambino, potrà essere punti con la morte o con la reclusione a vita. Questa misura ha rappresentato una grande sconfitta per i difensori dei diritti umani. Stando ai dati di Amnesty International, il Bangladesh ha fatto due esecuzioni nel 2019. In quali altri paesi è prevista la pena di morte per stupro?

Pakistan

Il codice penale pakistano punisce le persone coinvolte in stupri di gruppo con la condanna a morte o l’ergastolo. Lo scorso mese, il primo ministro Imran Khan ha detto che gli stupratori dovrebbero essere castrati chimicamente o giustiziati pubblicamente. Questa reazione è scaturita in seguito allo stupro di una donna in autostrada. Le proteste non sono tardate ad arrivare e il paese chiedeva giustizia.

La pena di morte per stupro: Arabia Saudita

In Arabia Saudita, la norma che regola i reati di stupro è la legge della Sharia. In questo paese il reato comporta una serie di punizioni, tra le quali la fustigazione e la condanna a morte. Soltanto nel 2019, le esecuzioni avvenute nello Stato sono state 150, 8 di queste per stupro.

Emirati Arabi Uniti

Secondo la legge degli Emirati Arabi Uniti, il sesso coatto con una donna è punibile con la morte. La legge afferma che la coercizione si presume se la vittima ha meno di 14 anni al momento del crimine.Gli Emirati Arabi Uniti non hanno registrato alcuna esecuzione nel 2019, ma hanno comminato almeno 18 condanne a morte per crimini tra cui omicidio, stupro e rapina a mano armata.

Cina


In Cina, chiunque violenti una donna o abbia rapporti sessuali con una bambina di età inferiore ai 14 anni, sarà punito a morte. Questa norma si applica qualora la vittima morisse o venisse gravemente ferita. Anche nel caso in cui la vittima viene violentata in pubblico, o l’autore commette più di uno stupro, è prevista la pena capitale.

India

In India il decreto risale al 2018. Tale norma sancisce che, chiunque stupri una ragazza con meno di 12 anni, sia punito con la morte. Anche in questo caso la decisione è stata presa dopo una serie di proteste nazionali per una serie di stupri. Inoltre, secondo il diritto penale del paese anche coloro che portano la vittima alla morte, o la lascino in stato vegetativo, potranno essere puniti con la pena di morte.

La pena di morte per stupro: i dati dell’Iran

Secondo Amnesty International, l’Iran ha il numero più alto di condanne a morte al mondo, subito dopo la Cina. Nel 2019 ci sono state 250 esecuzioni nel Paese e 12 di queste erano per stupro. Amnesty è da tempo che chiede alle nazioni un collaborazione per superare la pena di morte nel mondo, ma a quanto pare, l’obiettivo è ancora lontano.