Pedofilia in Australia: 58enne riceve maxirisarcimento dalla Chiesa

0
220
Città del Vaticano

1,8 milioni di euro, è questa la somma che due preti australiani hanno dovuto sborsare come risarcimento nei confronti di un 58enne. L’uomo era stato abusato da due suoi insegnanti, fratel Leo Fitzgerald e fratel Stephen Farrell, quando era studente della Scuola Elementare Fratelli Cristiani St Alipius, a Ballarat, Victoria. Si tratta di una delle cifre più alte che la Chiesa ha dovuto risarcire nei confonti di una vittima di pedofilia. L’ultimo caso che ha avuto sempre come protagonista la Diocesi di Ballarat è avvenuto lo scorso gennaio. In quel frangente, la vittima 52enne ricevette circa 2,45 milioni di dollari australiani, più di un milione e mezzo di euro, a causa degli abusi di un suo ex insegnante.

Australia, cosa è successo al 58enne?

L’uomo per anni era stato preso di mira da due insegnanti della Scuola cattolica Fratelli Cristiani St Alipius a Ballarat. I due sono ora sotto processo e accusati molestie sessuali e prima dell’inizio dell’udienza hanno dovuto risarcire l’uomo. Non solo i due frati ma anche un prete: la vittima di pedofilia ha infatti confessato che era “bersaglio” di un prete, padre Gerald Ridsdale, all’epoca sacerdote della diocesi della città. Oggi, come riporta la stampa australiana, è in carcere.

Pedofilia in Australia, un problema serio

La pedofilia in Australia non è un fenomeno raro, ma una vera e propria conseutudine. Nel 2017 si parlò di tragedia nazionale dopo che fu scoperta una rete di preti pedofili che portò in totale a circa 15mila vittime. Un numero esorbitante che evidenzia un fenomeno preoccupante e spesso preso sotto gamba. Nota, ad esempio, è la storia di George Pell, 79 anni, cardinale e uomo in vista della casta vaticana essendo stato segretario dell’Economia. Pell fu invischiato in un caso di pedofilia e nel 2017 fu costretto a lasciare l’Italia e il Vaticano. Ad attenderlo ci fu un importante processo che gli decretò circa 400 giorni di carcere.


Pedofilia in chiesa: Francia 10mila casi

Il cardinale George Pell e l’accusa di pedofilia

Commenti