Pedofilia e Chiesa: Ratzinger accusato di aver coperto abusi

0
508
Pedofilia e Chiesa

Pedofilia e Chiesa: nelle file del clero si respira una profonda inquietudine. Papa emerito Benedetto XVI è accusato di aver coperto quattro casi di abusi. Durante il suo periodo come arcivescovo a Monaco. Tra il 1977 e il 1982. Si tratta quindi, di violazione dei suoi doveri di indagare sugli abusi sessuali nella Chiesa cattolica. Dunque la parola fine al drammatico legame che sempre più spesso associa il clero ed abusi sessuali non è affatto scontata.

Pedofilia e Chiesa: di cosa è accusato Ratzinger?

Sebbene il Concilio Vaticano II abbia fatto molto per rinnovare e rivitalizzare la Chiesa, essa oggi si trova ad affrontare molte sfide. Sfide costituite prevalentemente nel riparare i danni causati dalla bassezza morale dei reverendissimi padri. Una Chiesa caduta sotto l’immoralità dei vizi. Tra abusi sessuali sui minori, da parte di esponenti del clero. Ai problemi di finanza sporca, del malaffare dello IOR e della curia romana. Da un dossier del 2016 del tribunale ecclesiastico dell’arcidiocesi di Monaco e Frisinga risulterebbe che l’ex papa Benedetto XVI abbia insabbiato il caso di un sacerdote. Accusato di numerosi reati sessuali. Nel rapporto si parla di “padre H.”, cioè Peter Hullermann. Oggi ha 74 anni, e che tra il 1973 e il 1996 ha abusato di almeno 23 ragazzi dagli 8 ai 16 anni. 

Un dossier corposo

Complessivamente, il dossier elenca almeno 497 vittime. La maggior parte di questi erano bambini. Con 235 presunti colpevoli. Inclusi 173 sacerdoti e nove diaconi. Da un rapporto, durante il suo mandato, Ratzinger sarebbe stato già a conoscenza degli scandali sessuali della Chiesa Cattolica. Ma agli occhi di molti il Papa emerito non si è assunto appieno la responsabilità di portare avanti il rinnovamento del clero in una fase storica tumultuosa. Il Papa emerito ha rinunciato al ruolo di pontefice nel 2013. Durante il suo pontificato (2005-2013) sono emerse le accuse di pedofilia nelle Chiese di tutto il mondo. Mentre Papa Franceso con le sue riforme sta apportando tutta una serie di cambiamenti. Che finiscono per modificare la stessa sostanza teologica e dottrinale del cattolicesimo. Oltre che a risvegliare la coscienza dei cattolici e la speranza delle persone più povere.


Leggi anche: Concilio Vaticano II e la riforma liturgica: il Papa riparte da qui

Ratzinger osteggiato? O debole per rinnovare la Chiesa?

Processo in Vaticano: annullato rinvio a giudizio del card. Becciu

Vaticano: eletta una donna a guidare il Governatorato