Pay Pal: è ufficiale, la criptovaluta entra nel circuito dei pagamenti

Pay Pal, le criptovalute nei circuiti di pagamento.

0
392
Pay Pal

E’ ufficiale, Pay Pal ha annunciato l’ingresso nel mercato dei Bitcoin. Pertanto dal 2021 lancerà in Usa un nuovo servizio dedicato alle criptovalute. Inizialmente comprenderà bitcoin, ethereum, bitcoin cash e litecoin. Entro l’inizio del 2021 Pay Pal permetterà ai clienti, di utilizzare le criptovalute per acquistare prodotti nel suo network di 26 milioni di retailer. Cioè i negozi convenzionati con il network.

Pay Pal: come evitare il rischio volatilità?

Per evitare i rischi legati alla volatilità, cioè la variazione percentuale del valore del titolo, dei prezzi delle monete digitali, i pagamenti saranno regolati tramite valute a corso legale. Difatti i commercianti riceveranno denaro tradizionale e non monete digitali, poiché PayPal convertirà automaticamente i fondi. Con un valore certo e senza commissioni aggiuntive.

La svolta di Pay Pal

Pay Payl accetterà quindi bitcoin come strumento di pagamento, grazie alla collaborazione stretta con Paxos che si occuperà dei servizi di trading e custodia delle valute. E grazie alla concessione di una licenza ottenuta dal Dipartimento dei Servizi Finanziari dello Stato di New York. Nota come BitLicense. PayPal è uno dei più grandi fornitori di servizi di pagamento del pianeta. Inizialmente faceva parte dei membri fondatori della Libra Association, la valuta digitale del progetto di Facebook. Ma a causa delle forti pressioni da parte degli organi di regolamentazione, si è vista costretta ad abbandonare l’adesione.

Leggi anche: La società del controllo: il culto del denaro

I pagamenti con le Crypto

Gli utenti di PayPal potranno acquistare criptovalute in maniera diretta tramite la piattaforma. PayPal offrirà un crypto wallet, per poter comprare, vendere o detenere monete digitali. Una delle critiche ricorrenti alle criptovalute è che nessuna di loro è facilmente utilizzabile come moneta di scambio per gli acquisti quotidiani. Ma le cose stanno cambiano. E malgrado un oscuro panorama normativo sempre più commercianti accettano valuta digitale. Infatti altre società di pagamento, come l’app Square’s Cash e Revolut, hanno già offerto le crypto in vendita.

Commenti