Paula White: una preghiera in appoggio di Trump

0
537

In un clima di fermento per le elezioni americane ecco che spunta una perla. Niente conferenze stampa, dati o programmi di governo, bensì una preghiera. Detto così non sembra nulla di anormale: durante le campagne elettorali Dio e tutti i Santi sono spesso chiamati a testimoniare sulla bontà delle idee dei candidati in gara. Ma questa volta è diverso, molto diverso. Paula White, la consigliera spirituale di Donald Trump, si è superata esibendosi in un vero e proprio inno ad entità superiore al fine di supportare il Presidente uscente. Il video della preghiera è diventato subito virale scatenando l’ilarità del web.

Paula White: una consigliera spirituale per Donald Trump?

Nata nel 1966, Paula White è un’autrice e predicatrice americana. In realtà, la White è la star dei prosperity gospel americani, una rivisitazione in chiave neo-liberista del Vangelo. La predicatrice è diventata negli anni una donna ricca e di successo. Non si tratta di una ricchezza spirituale, bensì della ricchezza economica che l’ha resa una delle donne americane più possidenti degli USA. A tal proposito la stessa Paula White afferma: “noi credenti in Cristo Gesù siamo figliuoli del Re dei re e quindi, come si conviene a dei figli di un re, dobbiamo vivere da re”. Niente a che vedere con i francescani, direi.

Paula White: religione al servizio del sogno americano

Ma da dove viene tutto questo successo? Paula White è stata eccezionale nell’unire due degli aspetti più importanti della società americana. Da una parte il bisogno di credere in una divinità e dall’altro l’idea del destino manifesto che ha spinto i padri fondatori a lasciarsi alle proprie spalle il “vecchio mondo” alla ricerca di nuove opportunità, creando quella grande potenza garante della libertà che sono oggi gli Stati Uniti. Oggi il vangelo della prosperità si sposa benissimo con l’individualismo della società contemporanea e con quel positive thinking che tanto piace ai guru moderni. 

L’amicizia con Donald Trump

Si dice che ci circondiamo spesso di amici che con noi hanno molto in comune. Ecco, questo è quello che è accaduto tra il tycoon dai capelli fiammanti e la super star dei discepoli del Signore. Personaggi simili con idee bizzarre e molto simili. Tale sodalizio inizia nel 2002 quando Trump rimane abbagliato dalla potenza delle prediche di Paula White e la invita ad esibirsi ad un evento ad Atlantic City. Un amore a prima vista sarebbe sbocciato tra i due. Lei lo avrebbe definito “un diamante che, avendo uno stretto legame con Dio, combatte le forze demoniache proposte dai social media”. Lui invece avrebbe nominato la bionda predicatrice il ruolo di consigliera direttamente dallo Studio Ovale.


La preghiera di Paula White

“Colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, colpisci, (sì, lo ripete undici volte) fino alla vittoria! Per ogni nemico schierato contro di te colpiamo la terra perché ci darai la vittoria, Dio. Sento il suono della pioggia abbondante, sento il suono della vittoria! Sento il suono della vittoria. Vittoria, vittoria, vittoria, vittoria!”. Inizia più o meno così la preghiera recitata da Paula White e trasmessa mercoledì sera sui suoi canali social durante una sessione di preghiera in diretta.

Sembra quasi un rito mistico di quelli che gli indigeni americani compivano per ingraziarsi le divinità prima di una grande battaglia. Il risultato è tra il grottesco e l’esilarante. Ancora adesso, dopo aver rivisto il video, non ci si crede! Una preghiera talmente assurda da superare persino la satira. Il mondo social si è subito scatenato con meme e parodie che renderanno questa preghiera ancor più memorabile. E dunque, se la vostra giornata in semi-lockdown non è così divertente, correte a vedere la consigliera di Trump e la sua video-preghiera!

Commenti