La Pas, sindrome di alienazione parentale, ancora non è compresa tra le malattie psicologiche: eppure ci sono circa 300 suicidi all’anno di padri separati.

Il femminicidio non è il solo delitto a sfondo sessuale, e a volte il delitto a sfondo sessuale proviene dalle donne.

Se considerassimo come arma del delitto la privazione ai padri dei propri figli negando loro il diritto di visita, ci renderemmo conto che questa arma uccide quanto quelle che usano gli uomini per uccidere le donne.

Circa 200 sono gli uomini vittime del “papà-cidio”, uomini uccisi, dalle loro ex mogli utilizzando la privazione dei figli come arma. E annientando quindi la sua figura di maschio. Si chiama istigazione al suicidio. Ed è un reato penale.

Un crimine che si ripropone tutti i giorni: alienazione della figura paterna. la madre alla quale i figli minorenni vengono affidati non fa altro che denigrare il loro papà fino a fare in modo che i suoi figli non lo vogliano più incontrare.

Il 20 luglio nel corso del convegno sugli illeciti all’interno delle famiglie, svolto presso la Camera dei Deputati organizzato dall’associazione “Nessuno tocchi papà”, si è parlato approfonditamente di questo crimine, non ancora rubricato.

L’onorevole Tancredi Turco ha messo a disposizione una statistica preoccupante: “In Italia Circa 200 papà ogni anno si uccidono perché allontanati dai figli. Sono 2000 i suicidi in tutta Europa.

Questa è la risposta data alla donna quando lei priva i figli al papà.  Risposta resa dalla continua violenza subita dalla donna. Dati dell’OMS.”

Sappiamo che i mass media sono concentrati nel parlare solo del femminicidio, che è un reato atroce di per sé stesso poiché colpisce la donna in quanto femmina, e non persona.

Gli uomini, e le donne, che commettono questo reato sono mossi da pulsioni sessuali che non possono sfogare come vorrebbero, e liberano la loro morbosità sulla malcapitata, arrivando ad ucciderla poiché lei impedisce loro di continuare ad usarla come oggetto sessuale.

Quindi, i mass media sono mossi dalla legge di riferimento, e non perché la donna fa più ascolti, non essendoci una legge per parlare in termini di “papà-cidio” i mass media tacciono.

L’Europa, nelle persone dei giudici,  ci ha ripreso troppe volte, come i padri fanno con i loro figli, per gli errori dei nostri magistrati che non tutelano i diritti di visita dei papà separati e dei loro figli minori.

«Nel nostro Paese vige la mancanza di norme che tutelino il diritto di visita, di educazione e di un salutare rapporto dei genitori separati con i figli minori. L’unico rimedio concreto è quello di denunciare per inottemperanza di ordine del giudice (art. 388 c.p.), ma queste denunce quasi mai portano ad una soluzione concreta». Parole dell’onorevole Turco.

La Pas: sindrome di alienazione parentale, non è ancora una patologia accertabile, e si discute a tutt’oggi molto sui metodi scientifici per attestarla. I tribunali però si sono già accorti del grave fenomeno e allontanano i minori dalla madre despota.

Per altre informazioni Dott. Paolo Pozzzetti

 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here