Partnership del Partenone respinta. I marmi al British

Il Governo greco vuole le opere per esporle al Museo dell'Acropoli

0
220

Il Primo Ministro britannico Liz Truss che è succeduta a Boris Johnson il mese scorso, ha respinto la possibilità che le sculture contestate lascino il British Museum. A giugno, infatti George Osborne dell’istituzione culturale ha suggerito che la disputa di lunga data sulla proprietà dei marmi di Atene potrebbe concludersi con un accordo, la partnership del Partenone.


Marmi del Partenone al British potrebbero tornare in Grecia


Come si è arrivati alla partnership del Partenone?

Johnson ha rimpallato la decisione di restituire le sculture in Grecia agli amministratori del British Museum dopo aver incontrato il Primo Ministro greco, Kyriakos Mitsotakis. Il politico dovrebbe chiedere a Truss di riconsiderare la restituzione delle opere durante una riunione intergovernativa fissata per la fine di quest’anno. In una dichiarazione della scorsa estate i Responsabili del centro culturale hanno spiegato che il museo è sempre disposto a prendere in considerazione le richieste di prestito dei materiali dalla collezione.

I marmi del Partenone

I Marmi del Partenone, una collezione di statue del 5° secolo a.C., sono al centro di uno dei casi di restituzione di più alto profilo nella storia. Furono rimossi dal tempio del Partenone sull’Acropoli di Atene sotto la direzione del nobile scozzese Lord Elgin, allora ambasciatore dell’Impero ottomano che occupava i greci. Le opere sono esposte al British Museum dal 1817, nonostante le richieste dei successivi governi greci per il loro ritorno.

Partnership del Partenone per portare i marmi all’Acropoli

I musei di tutta Europa e degli USA fanno i conti con i manufatti saccheggiati nelle loro collezioni. Anche il British Museum è costretto a confrontarsi con le controversie delle proprietà, dai Bronzi del Benin alla Stele di Rosetta. A giugno, un gruppo di difesa chiamato British Committee for the Reunification of the Parthenon Marbles ha organizzato una protesta fuori il centro espositivo. La manifestazione si è svolta in occasione del 13° anniversario dell’inaugurazione del Museo dell’Acropoli di Atene. Il museo è costruito appositamente per esporre i marmi e altri tesori dell’antichità greca. Forse in risposta alla protesta sostenuta, il British Museum ha segnalato un ammorbidimento della sua posizione nei confronti della questione.