Dopo gli episodi di terrorismo che hanno colpito più volte la Francia nel corso del 2016, Parigi ha deciso di blindare la Tour Eiffel costruendo una barriera di acciaio e vetro antiproiettile per proteggerla da eventuali attacchi terroristici.

Da quanto dichiarato su Le Parisien, i gestori della Tour Eiffel avrebbero intenzione di creare una sorta di cinta muraria il cui fine è proteggere il simbolo per eccellenza della capitale francese.  È stata una decisione presa a malincuore in seguito agli episodi burrascosi succedutisi negli scorsi mesi: ricordiamo gli attentati al Bataclan, il teatro simbolo del rock, alla sede di Charlie Hebdo, il giornale satirico più discusso di sempre, e ancora numerosi attacchi che hanno sconvolto le vie parigine e non solo. Pertanto, Bernard Gauddillère, presidente della società che gestisce il sito, ha annunciato la costruzione di “un recinto antiproiettile che ingloberà gran parte dei giardini sottostanti”. Il muro di cristallo raggiungerà l’altezza di 2 metri e mezzo. Il costo si aggira intorno ai 20 milioni di euro.

Elaborato con le forze dell’ordine, il perimetro di sicurezza si estenderà dal Museo del Quai Branly fino all’avenue Gustave Eiffel: si tratta di un’area vastissima che verrà messa sotto protezione. L’accesso al pubblico sarà consentito solo dal lato dei giardini e non più dai trafficatissimi Lungosenna. Inoltre, la circolazione intorno al monumento verrà completamente riorganizzata.

Seppur l’iniziativa sembri finalmente ridare sicurezza e protezione ai francesi, evitando di incorrere in attacchi contro la folla inerme, vi è chi critica la funzione antiestetica della “fortezza”. I turisti che vorranno ammirare l’imponente Dama di ferro e magari scattare una foto, dovranno prima fare i conti con le misure di sicurezza.

La struttura, che dovrebbe vedere la luce nel prossimo autunno, consentirà di controllare meglio gli accessi e di fermare soggetti poco raccomandabili.

 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here