Parigi – accoltellamento vicino alla ex sede di Charlie Hebdo

L'intero quartiere vicino alla Bastiglia è transennato. Attenato avvenuto vicino alla ex sede del giornale Charlie Hebdo vittima di un attentato già nel 2015. Quattro i feriti. Arrestato un sospettato

0
282
Attentato a Parigi

La polizia antiterrorimo è intervenuta a Parigi per un attentato compiuto non lontano dalla Bastiglia. L’attacco sarebbe avvenuto con un’arma bianca. Secondo testimoni ci sarebbero 4 feriti, 2 dei quali in gravi condizioni. La polizia avrebbe arrestato un sospettato. L’attacco è avvenuto vicino all’ex sede del giornale Charlie Hebdo che era stata vittima di un brutale attacco terroristico nel 2015.

Parigi – accoltellamento vicino alla Bastiglia

Ore 12:00 circa. Parigi è ritornata nel terrore degli attacchi terroristici.

Un uomo ha accoltellato diverse persone vicino alla vecchia sede del giornale Charlie Hebdo. Il giornale era stato vittima di un attacco terroristico il 7 gennaio del 2015 dopo aver pubblicato delle vignette satiriche su Maometto. Ora, dopo la ripubblicazione di tali vignette una attacco con arma bianca si è verificato nei pressi dell’ex sede del giornale. La nuova sede, infatti, è di indirizzo sconosciuto per motivi di sicurezza.

Non è chiaro se i fatti siano collegati, però lo Stato Islamico aveva minacciato di punire nuovamente il giornale.

L’attacco è avvenuto fuori la sede della società di produzione televisiva Premières Lignes Television, tra Rue Nicolas Appert e rue Gaby Sylvia. A riferirlo è il giornalista Paul Moreira a France Info aggiungendo che i feriti erano entrambi dipendenti della società di produzione.

Il racconto dei testimoni

Secondo il racconto di un testimone all’emittente BFMTV, ci sono state “delle grida, mi sono affacciato alla finestra e ho visto una giovane donna con una ferita alla testa e del sangue sul viso, era nel panico. Veniva dal palazzo della vecchia sede di Charlie Hebdo“.

Un altro dipendente di Premières Lignes ha invece dichiarato: “Due colleghi erano scesi a fumare una sigaretta fuori dal palazzo, in strada. Ho sentito delle grida e mi sono affacciato alla finestra e ho visto uno dei miei colleghi ricoperto di sangue, aggredito da un uomo con un machete”.

L’intero quartiere, vicino alla Bastiglia, è stato transennato. Inoltre vicino il luogo dell’attentato è stato trovato un pacco sospetto ma è stato esaminato e non conteneva esplosivo.

Il premier Jean Castex ha interrotto una riunione nella Seine-Saint-Denis e ha confermato che si tratta di un attentato armato. Inoltre ha dichiarato che sta seguendo le indagini insieme al ministro dell’Interno Gérald Darmanin.

La polizia riferisce di aver fermato un uomo ricoperto di sangue vicino alla Bastiglia. Potrebbe trattarsi dell’attentatore.


7 gennaio 2015 – 7 gennaio 2019 Charlie Hebdo

Commenti