Parco Arte Vivente: relazioni tra suolo e arti visive

Un simposio per esplorare le relazioni possibili tra arti visive e scienze del suolo

0
162
Parco Arte Vivente
Il suolo e l'arte in un simposio a PAV

Il suolo indagato da talenti della bellezza e studiosi al Parco Arte Vivente di Torino. Il 5 luglio alle 17.30 interverranno su questi temi, lo storico dell’arte Giovanni Aloi di School of the Art Institute of Chicago e un rappresentante di BAU, Institute for Contemporary Arts and Ecology di Bolzano. Parteciperanno anche Camilla Rossi-Linnemann di Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e il gruppo di ricerca Scientific Visualizations: Impact on Practice della Libera Università di Bolzano. Ne fanno parte Lugi M. Borruso, German A. Duarte, Andrea Facchetti, Elisabetta Rattalino, Stephan Schmidt-Wulffen (Zeppelin Universität) e l’artista Elena Mazzi.


Elena Mazzi e i concatenamenti disciplinari


Perché organizzare un incontro sul suolo al Parco Arte Vivente?

Soils Matter è un simposio che esplora le relazioni possibili tra arti visive e scienze del suolo. Spesso è identificato con la superficie superiore della crosta terrestre, l’elemento strutturante di ciò che chiamiamo paesaggio. È la base produttiva della maggior parte dell’alimentazione e delle materie prime consumate dall’uomo, risorsa soggetta a equilibri geopolitici, speculazioni economiche e logiche estrattive. Costituito da minerali, gas, liquidi, materia organica e organismi viventi, è dunque un ecosistema di relazioni situate e mescolanze tra umani e non, tra comunità batteriche. I funghi poi si estendono in una massiccia rete di filamenti e le piante contribuiscono alla sua stessa struttura.

Un argomento che interessa molti esperti

Il suolo, poi, ricorda, possiede meccanismi per registrare e preservare informazioni sullo stato dell’ambiente. Per il complesso intreccio di esistenze, materialità, temporalità, valori economici e etico-politici, lo studio è diventato luogo di incontro tra numerose discipline. Biologi, chimici, geologi, fisici, ma anche antropologi, economisti, ingegneri, medici, sociologi, umanisti e artisti oggi si occupano di suolo.

Elena Mazzi al Parco Arte Vivente

L’appuntamento si inserisce in Scientific Visualizations: Impact on Practice, un progetto di ricerca sviluppato dalla Facoltà di Design e Arti. Collabora col laboratorio interdisciplinare di scienze del suolo e dell’agricoltura della Facoltà di Scienze e Tecnologie. Infatti, mira a investigare il contributo delle pratiche artistiche contemporanee e del design nella produzione di conoscenze in ambito scientifico. Per rispondere alle premesse teoriche della ricerca, l’artista Elena Mazzi ha realizzato Copperialities, una video installazione, ora in mostra. L’opera riconfigura visivamente, spazialmente e materialmente le tradizionali modalità di visualizzazione di contenuti scientifici. Invita quindi a riflettere sulla relazione tra epistemologia scientifica e materialità del suolo.

Immagine da cartella stampa.