Papua Nuova Guinea: colpita da un terremoto di magnitudo 7,6

0
572

Un terremoto di magnitudo 7,6 ha colpito la Papua Nuova Guinea orientale, causando danni agli edifici, strade incrinate e diffondendo il panico tra i residenti. Lo United States Geological Survey ha affermato che il terremoto ha colpito a una profondità di 61 km (38 miglia), a circa 67 km (41 miglia) dalla città orientale di Kainantu, questa domenica mattina.

Papua Nuova Guinea, non è possibile ancora una valutazione dei danni

I residenti della Papua Nuova Guinea si sono rivolti ai social media condividendo immagini e video di strade incrinate, edifici e automobili danneggiati e articoli che cadono dagli scaffali dei supermercati. Il video dei danni a un’università nella città di Goroka, sull’altopiano orientale, ha mostrato la comparsa di grandi crepe nei muri e nelle tende delle finestre che cadevano durante il terremoto. Nel remoto villaggio di montagna di Matoko, ha detto Sawang, una persona è stata travolta da una valanga di fango ed ha perso la vita. I numerosi feriti sono stati trasportati in ospedale in aereo. Ci sono stati “gravi danni” e si teme che ci siano altri “feriti e morti” nei villaggi lungo la catena montuosa del Finisterre e in alcune aree costiere.

La gente del posto a Lae e Madang, più vicina all’epicentro

Ha detto all’agenzia di stampa AFP che lo scuotimento è stato molto più vigoroso dei precedenti terremoti. “Molto forte, tutto era come stare seduti su un mare, semplicemente fluttuando”, ha detto Hivi Apokore, un lavoratore del Jais Aben Resort vicino a Madang.

I terremoti sono comuni in Papua Nuova Guinea

Che si trova sull'”anello di fuoco” dell’Oceano Pacifico, un punto caldo per l’attività sismica dovuta all’attrito tra le placche tettoniche. Un terremoto di magnitudo 7,5 ha scosso i remoti altopiani montuosi del paese nel 2018, uccidendo più di 100 persone e danneggiando migliaia di case. Nella vicina Indonesia nel 2004 un terremoto di magnitudo 9,1 ha innescato uno tsunami che ha ucciso 220.000 persone in tutta la regione.

Emesso un allarme tsunami

Ma in seguito ha affermato che la minaccia “è passata”. Tuttavia, ha notato che potrebbero esserci ancora “fluttuazioni minori del livello del mare in alcune zone costiere”.