Papa Francesco ammette che anche preti e suore guardano la pornografia

0
368
Papa Francesco chiede giustizia

Papa Francesco ha detto che “anche i preti e le suore” guardano la pornografia. Il capo della Chiesa cattolica ha parlato nel corso di una conversazione con sacerdoti e seminaristi in Vaticano. Durante la conversazione, ha risposto a una domanda su come la tecnologia e i social media dovrebbero essere utilizzati al meglio dai membri della fede. Ha poi avvertito che guardare porno online “indebolisce il cuore dei sacerdoti”.

I preti e la pornografia

L’ottantacinquenne Papa argentino – che ricopre la carica da nove anni – ha detto che si tratta di “un vizio che hanno tante persone […] anche preti e suore”. Papa Francesco ha aggiunto: “Indebolisce l’anima. Indebolisce l’anima. Il diavolo entra da lì”. Ha poi aggiunto: “Il cuore puro, quello che Gesù riceve ogni giorno, non può ricevere queste informazioni pornografiche”. Ha consigliato a coloro che erano riuniti per ascoltarlo di “cancellare questo dal vostro telefono, così non avrete la tentazione in mano”. La Chiesa cattolica richiede che tutti i ministri rimangano celibi e sconsiglia la visione di materiale pornografico perché lo ritiene immorale. Tuttavia, Papa Francesco ha detto che gli strumenti digitali dovrebbero essere usati, anche se con cautela. Ha detto all’assemblea: “Non è il mio mondo, ma dovete usarli”. Il leader vaticano ha raccontato di aver ricevuto un telefono cellulare quando è stato ordinato vescovo, che ha usato per una sola chiamata a sua sorella, prima di restituirlo immediatamente.

Il Papa e i social

Nonostante abbia 19 milioni di follower su Twitter e quasi 9 milioni su Instagram, il Papa ha detto di non usare i social media perché è “arrivato troppo tardi”. È invece un team di persone a gestire i suoi account sui social media. Nel 2020, il Vaticano ha chiesto spiegazioni a Instagram dopo che l’account ufficiale del Papa su Instagram aveva messo un like a un’immagine di una modella brasiliana poco vestita, Natalia Garibotto. Il Vaticano ha affermato che il like non poteva provenire dalla giurisdizione del Papa. Il like è rimasto visibile per alcuni giorni prima di scomparire. Durante la sessione di ieri, Papa Francesco ha anche descritto la vita come “un continuo squilibrio”.
Ha detto che “saper vivere nello squilibrio” porterebbe a “un equilibrio diverso” governato da Dio. Interrogato sul dialogo tra scienza e fede cattolica, il Papa ha invitato i suoi sacerdoti ad essere aperti alle domande degli studiosi e alle preoccupazioni degli studenti universitari sulla religione. Li ha invitati a mostrare umiltà, aggiungendo: “Essere umili, avere fede non significa avere la risposta a tutto.
Papa Francesco si è spinto fino a raccomandare di parlare con chi ha una formazione scientifica se è in grado di fornire una comprensione che la Chiesa cattolica non può dare. Ha detto che si tratta di dire: “Non posso spiegarvi questo, ma dovete andare da questi scienziati, da queste persone che forse vi aiuteranno”.