Papa Alessandro VI – 1493: Inter Caetera e Nuovo Mondo

0
169

Il 4 maggio 1493, Papa Alessandro VI emette il documento Inter Caetera, per risolvere la questione delle terre del Nuovo Mondo. A fronte di ciò, la destinazione della bolla pontificia a Ferdinando ed Isabella, ovvero sovrani cattolici che lottano per i Regni di Castiglia e Portogallo. Dal XVI secolo, per Continente Nuovo o Nuovo Mondo, s’intendono le aree geografiche relative all’America ed alle isole ad essa appartenenti. All’epoca, nella concezione europea risulta nuovo il continente, che nel suo significato rimane il Vecchio Mondo. Di fatto, il pensiero europeo comprende come Continente Antico: Africa, Asia, Europa.

Papa Alessandro VI chi è?

In origine Roderic de Borja ed in italiano Rodrigo Borgia, nasce a Xàtiva il 1° gennaio1431 e decede a Roma il 18 agosto 1503. Di appartenenza al Regno di Valencia, Rodrigo cresce nei territori sovrani del Regno di Aragona, con i genitori Jofré Llanc̡ol i Escrivà ed Isabel de Borja y Cavanilles.

In gioventù, la decisione della famiglia del trasferimento in Italia, dove Rodrigo frequenta gli studi all’Università di Roma, della retorica. Nel 1453, anche gli studi di giurisprudenza a Bologna e la laurea in diritto canonico, dopo tre anni. In seguito, la carriera ecclesiastica e l’appoggio dello zio Papa Callisto III. 

A fronte di ciò, il religioso diventa cardinale per intercessione del parente, all’età di venticinque anni. Dalla carica nuova, l’ecclesiastico modifica il nome di nascita, nella versione italiana di Rodrigo Borgia. L’anno seguente, il potere dello zio eleva Rodrigo nel titolo di vicecancelliere, di Santa Romana Chiesa.

Durante l’attività religiosa, Borgia conduce una vita dissoluta e libertina, senza rimproveri del parente pontefice. Nel 1471, la nomina diplomatica per il cardinale Borgia, di legato pontificio in Spagna. In realtà, la missione per l’ecclesiastico di promozione della crociata, contro i popoli mussulmani berberi nel Sultanato di Granada.

Nel corso dell’incarico pontificio, Borgia favorisce il matrimonio tra Isabella di Castiglia e Ferdinando II d’Aragona, con l’unione delle corone per entrambi. Nel 1484, Borgia con la scomparsa di Sisto IV tenta di arrivare al Regno pontificio nella carica papale. Ma, l’ascesa alla Santa Sede per Innocenzo VIII e per Borgia l’elezione di pontefice arriva nel 1492. Con la morte di Innocenzo VIII, la conseguenza del Conclave e l’incoronazione in San Pietro di Rodrigo Borgia, nel nome di Papa Alessandro VI, il 26 agosto 1492.

Il pontificato

Nella carica pontificia, Borgia favorisce la conversione dei nativi americani, tra le popolazioni indigene delle zone d’America, prima delle colonizzazioni europee. Inoltre, il Santo Padre dimostra attenzione e difesa per l’ortodossia ed i diritti della Chiesa, contro nobili, duchi e baroni. Per quanto concerne l’Europa, il pontefice si oppone alle streghe, a sostegno del predecessore Innocenzo VIII, con la protezione di diversi ordini religiosi e delle popolazioni ebraiche.

Nel 1492, dalla scoperta del Nuovo Mondo, i Paesi iberici entrano in contrasto tra loro, per le divisioni territoriali delle aree principali. A ragion per cui, i regnanti delle rispettive proprietà sovrane richiedono l’intervento di risoluzione, al potere papale. Di fatto, l’incarico del pontefice di eliminare ogni ostilità tra i Regni ed evitare una guerra. Come conseguenza, il documento ufficiale pontificio Inter Caetera, il 4 maggio 1493. Dalla bolla consegue la demarcazione divisoria, delle terre appartenenti ai due Regni. Da qui, la stipula del Trattato di Tordesillas, l’anno dopo.

Commenti